Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

Il commosso saluto a Valentino Maldi, custode della tomba di Matteotti

Il commosso saluto a Valentino Maldi: in tanti ai funerali del custode della tomba di Matteotti a Fratta Polesine.

mercoledì 12 luglio 2017 20:32

Un momento dei funerali di Valentino Maldi
Un momento dei funerali di Valentino Maldi

Molte le persone che hanno voluto essere presenti nella mattinata di oggi nella chiesa parrocchiale di Roverdicrè, per dare l'ultimo saluto al Cavalier Valentino Maldi, deceduto nei giorni scorsi a causa di una sottile e subdola malattia che nell'ultimo periodo si era impossessata del suo corpo. Molte le autorità presenti e molti gli ex compagni di partito che hanno voluto dimostrare la loro vicinanza alla famiglia di Valentino, fedele "custode" della casa e della tomba di Giacomo Matteotti.

L'incarico gli fu ufficializzato molti anni fa dai figli Matteo e Giancarlo e lui lo svolse con amore e rigore fino a quando fu in grado fisicamente di farlo. "Mio padre è stato un grandissimo lavoratore - racconta la figlia Antonella - Un grandissimo socialista. Una delle poche persone che non ha mai cambiato fede politica. Ha ricevuto l'incarico dai figli di Matteotti di seguire il luogo dell'eterno riposo di Giacomo. Incarico che ha svolto con dedizione assoluta. Come padre - conclude Antonella - mi ha lasciato un grande insegnamento: il senso del dovere e l'amore per il lavoro".

Con Maldi se ne va un'altra pagina importante della storia socialista polesana, quella storia che non ha solo protagonisti nazionali, ma anche nobili figure locali che hanno saputo contribuire con dignità e adesione ideale alla costruzione di un percorso politico che rappresenta ancor oggi un'eredità impegnativa e dal grande significato civile e sociale.

Qualche settimana fa, infatti, in occasione del 93° anniversario della morte di Giacomo Matteotti, Valentino aveva chiesto al neoeletto sindaco di Fratta Polesine Giuseppe Tasso di poter far leggere alla figlia Antonella, una sua lettera davanti alla tomba di Matteotti.

Il servizio sulla Voce del 13 luglio

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito