Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Per l'accoglienza dei profughi, solo in Polesine è prevista una spesa minima di 9 milioni di euro all'anno. Ma ci sono anche polesani che ci guadagnano. Ad esempio chi si fa avanti per affittare le strutture alle coop e alla prefettura. Cosa ne pensate?
  • Fanno bene, per molti è un affare
    11,1%
  • Mi piacerebbe che avessero il coraggio di spiegarlo loro a chi vive vivono alle strutture che affittano
    15,9%
  • Sono speculatori. E pure della peggiore specie
    60,8%
  • Poi magari sono fra quelli che dicono "no ai profughi"...
    7,4%
  • Se non lo facessero loro lo farebbe qualcun altro
    4,8%
LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

Messe nere, territorio a rischio

Dopo le parole del canonico di Adria il sindaco di Fratta dice: "Ci sono state denunce e indagini. Parlare di politici però è esagerato".

mercoledì 17 maggio 2017 16:59

Si ritrovavano in vecchi casolari abbandonati, nelle zone di Fratta Polesine, e mettevano in scena rituali satanici. A tirare nuovamente fuori questa storia è stato don Giovanni Brancaleoni, canonico di Adria e che si era occupato di esorcismi per la diocesi (leggi l'articolo sulle messe nere).

"Ne avevo sentito parlare anche io - dice il sindaco di Fratta Tiziana Virgili, ma sono cose di almeno due anni fa. Voci insistenti che poi girai ai carabinieri per fare le indagini del caso. Non so se siano poi approdate a qualche risultato. Fatto sta che poi quelle voci hanno smesso di girare".

Don Giovanni ha fatto un preciso atto d'accusa nei confronti di chi idolatra o sembra farlo seriamente, il diavolo. Arrivando addirittura a dire che ci sono politici e persone altolocate seguaci di messe nere. La Virgili però a questo gioco non ci sta: "Troppo facile sparare nel mucchio con dichiarazioni generiche. Fuori i nomi se ci sono. Non credo che ci siano politici che si mettono a fare i seguaci del diavolo o a improvvisare messe nere. Non ci credo. Sono cose da giovinastri in cerca di scherzi più o meno macabri".

Tutti i dettagli sulla Voce in edicola il 17 maggio

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito