Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

Pirata on line intasca mille euro

Un 32enne vittima del raggiro sul web. Denuncia fatta ai carabinieri.

mercoledì 6 dicembre 2017 22:27

Carabinieri
Carabinieri

Da Arquà Polesine a Napoli, questo il tragitto compiuto dai mille euro sottratti a un ignaro polesano. Il 32enne, infatti, aveva utilizzato la sua carta prepagata per fare acquisti su internet. Ma ciò di cui non si era accorto facendo shopping online era che qualcuno aveva carpito i codici della carta per poi usarli a proprio vantaggio.

Una conquista preziosa per il pirata informatico che, una volta in possesso delle credenziali, era riuscito a trasferire sulla propria carta Postepay parte del denaro contenuto all'interno di quella della sua vittima. Degli ammanchi, il polesano si era accorto a distanza di tempo, denunciando l'accaduto ai carabinieri della stazione di Arquà Polesine. I militari, che negli ultimi tempi hanno visto aumentare episodi di questo tipo, attraverso accurate indagini sono riusciti a risalire al responsabile. Il truffatore della rete è un ragazzo di 18 anni residente in provincia di Napoli, che nei giorni scorsi gli uomini dell'Arma hanno segnalato all'autorità giudiziaria per l'accusa di frode informatica. Un buon risultato, quindi, ottenuto dai militari polesani, anche se l'allerta truffe informatiche rimane alta. Spesso, infatti, chi fa shopping online cade nella trappola tesa da malintenzionati particolarmente abili con la tastiera, capaci di architettati insidiosi tranelli.

In alcuni casi i truffatori riescono a carpire i codici di carte prepagate e carte inviando email che sembrano provenire dalla banca di cui la vittima è cliente, chiedendo di inserire le credenziali di accesso ai conti correnti. Davanti a monitor e tastiera, quindi, bisogna avere mille occhi per evitare di finire tra le grinfie di spregiudicati truffatori.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito