Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

LE PIÚ LETTE

Trecenta: il malato è l'ex ospedale

mercoledì 29 novembre 2017 11:30

Il grande malato è l'ex ospedale. Ma forse, dopo ventidue anni di agonia, la cura è stata trovata. E la vecchia Casa Bosi, che fino al 1995 ha assistito i pazienti di una buona ferra di Alto Polesine, potrebbe rinascere a nuova vita. Mettendo fine a quasi un quarto di secolo di abbandono.

Intanto, però, di quelli che erano reparti e ambulatori, restano soltanto la polvere e le macerie. I vetri, in larga parte, sono sfondati, e attraverso ci entrano le stagioni. I lettini per le visite hanno addosso tre dita di polvere, dalle finestre entrano i rami e le foglie degli alberi del grande giardino, ormai ingigantiti fuori misura, e per terra c'è tutto quello che il vento è riuscito a radunare.

Ma, col 2018, tutto potrebbe cambiare. Comune, Ulss e Ater, infatti, si sono già seduti allo stesso tavolo per capire come recuperare l'ex ospedale. Obiettivo, riqualificare (tramite l'Ater, che gestisce i fondi regionali) la grande struttura, per destinarvi proprio il polo scolastico, la cui struttura oggi ha qualche problema.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito