Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Per l'accoglienza dei profughi, solo in Polesine è prevista una spesa minima di 9 milioni di euro all'anno. Ma ci sono anche polesani che ci guadagnano. Ad esempio chi si fa avanti per affittare le strutture alle coop e alla prefettura. Cosa ne pensate?
  • Fanno bene, per molti è un affare
    11,1%
  • Mi piacerebbe che avessero il coraggio di spiegarlo loro a chi vive vivono alle strutture che affittano
    15,8%
  • Sono speculatori. E pure della peggiore specie
    61,1%
  • Poi magari sono fra quelli che dicono "no ai profughi"...
    7,4%
  • Se non lo facessero loro lo farebbe qualcun altro
    4,7%
LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

Ubriaco a bordo strada, morde un carabiniere che lo stava aiutando

Ieri sera una pattuglia è intervenuta a Castelnovo Bariano, dove un 23enne ubriaco voleva rimettersi al volante. Il giovane è finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale e ha patteggiato.

venerdì 19 maggio 2017 22:04

Si è scagliato contro i carabinieri che gli chiedevano i documenti prendendoli a calci e gomitate e assestando addirittura un morso a uno dei militari. Questa la violenta reazione di un 23enne di Mantova che ieri sera era fermo a bordo strada a Castelnovo Bariano.

L'auto è stata segnalata a una pattuglia dei carabinieri di Fiesso Umbertiano: quando i militari sono arrivati sul posto, hanno trovato la macchina con il motore acceso, mentre il giovane era accovacciato poco distante e, pur essendo ubriaco, rifiutava in tutti i modi le cure del personale del Suem, dicendo di voler tornare a casa.

A quel punto i militari hanno tentato di spiegargli che non poteva mettersi al volante in quelle condizioni, ma il ragazzo non l'ha presa bene, anzi. Quando i carabinieri gli hanno chiesto un documento per poterlo identificare e per poter contattare un parente che potesse venire a prenderlo, il giovane ha risposto con pesanti offese e ha tentato di raggiungere la propria auto per scappare.

Sentendosi afferrare per un braccio e non riuscendo a divincolarsi dalla stretta di uno dei due carabinieri, il giovane ubriaco ha strattonato con forza la giacca dell'appuntato, tanto da strappargliela. Neppure le manette sono bastate a calmarlo: una volta caricato sulla gazzella dei carabinieri, il ragazzo ha assestato forti gomitate alla portiera dell'auto, tentando nuovo la fuga.

Al carabiniere che lo ha riacciuffato ha assestato un morso sulla spalla, provocandogli un'escoriazione. Ma alla fine la violenza è stata domata e il giovane è stato portato nel carcere di Rovigo, in attesa della convalida dell'arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

Stamattina davanti al giudice del tribunale di Rovigo, il ragazzo ha scelto la via del patteggiamento: 4 mesi e 10 giorni con immediata sospensione della pena vista la sua fedina penale ancora intatta.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito