Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Per l'accoglienza dei profughi, solo in Polesine è prevista una spesa minima di 9 milioni di euro all'anno. Ma ci sono anche polesani che ci guadagnano. Ad esempio chi si fa avanti per affittare le strutture alle coop e alla prefettura. Cosa ne pensate?
  • Fanno bene, per molti è un affare
    12,4%
  • Mi piacerebbe che avessero il coraggio di spiegarlo loro a chi vive vivono alle strutture che affittano
    13,8%
  • Sono speculatori. E pure della peggiore specie
    63,1%
  • Poi magari sono fra quelli che dicono "no ai profughi"...
    6,5%
  • Se non lo facessero loro lo farebbe qualcun altro
    4,1%
LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

Vitella di tre quintali in fuga
semina il panico a Crespino

La vitella è scappata da un'azienda agricola di Crespino, diretta verso l'Eridania. Provvidenziale l'intervento del veterinario Paolo Stefani dell'Ulss 18

martedì 22 marzo 2016 15:00

Una vitella di tre quintali in fuga alle prime luci dell'alba di lunedì 21 marzo a un passo dalla provinciale 33, l'Eridania.

Mattinata concitata per l'azienda agricola Perin di Crespino, dalla quale è fuggito il giovane bovino, da via Aguiaro, la strada, laterale sinistra della provinciale, che da Crespino conduce verso San Cassiano.

Inutili i tentativi dei proprietari dell'allevamento, e dei loro dipendenti, di riprenderla. A quel punto l'allarme: chiamando i carabinieri, che hanno immediatamente allertato il servizio veterinario dell'Ulss 18. Da qui l'interessamento di Paolo Stefani, veterinario rodigino "specializzato" in operazione di questo tipo.

IL veterinario rodigino, dopo novanta minuti di rimpiattino tra il pesante animale e il suo fuoristrada, proprio mentre l'animale stava scalando la scarpata che l'avrebbe condotto sull'Eridania, è riuscito a sedare l'animale con un preciso colpo alla coscia destra.

Stordita, la vitella è stata riportata nell'azienda agricola e alle 10 circa l'Eridania, fino a quel momento chiusa al traffico dai carabinieri, è stata riaperta.

Il servizio completo in edicola nella Voce di martedì 22 marzo

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito