Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Per l'accoglienza dei profughi, solo in Polesine è prevista una spesa minima di 9 milioni di euro all'anno. Ma ci sono anche polesani che ci guadagnano. Ad esempio chi si fa avanti per affittare le strutture alle coop e alla prefettura. Cosa ne pensate?
  • Fanno bene, per molti è un affare
    11,1%
  • Mi piacerebbe che avessero il coraggio di spiegarlo loro a chi vive vivono alle strutture che affittano
    15,9%
  • Sono speculatori. E pure della peggiore specie
    60,8%
  • Poi magari sono fra quelli che dicono "no ai profughi"...
    7,4%
  • Se non lo facessero loro lo farebbe qualcun altro
    4,8%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

"Col Passante, 300 auto l'ora in più"

Borgato e Businaro (Pd) puntano i riflettori sulla rotatoria di viale Porta Adige. Il rischio è che lo snodo diventi un punto nero per il traffico cittadino.

lunedì 17 luglio 2017 09:30

Trecento auto in più, ogni ora, sulla rotatoria di viale Porta Adige. E' quello che succederà con la realizzazione del Passante Nord su via Calatafimi, come deliberato dal consiglio comunale nei giorni scorsi. O almeno, secondo i consiglieri comunali del Pd, Andrea Borgato e Giorgia Businaro, che hanno votato contro questo tracciato. E che citano, per spiegare i motivi della loro contrarietà, lo studio dei flussi di traffico commissionato da Veneto Strade a Area Engineering srl di San Donà di Piave che - dicono i due esponenti Pd - "dimostra e ribadisce le problematiche che il tracciato Sud-Nord porterebbe all'intersezione con viale Porta Adige".

Nel documento si legge: "La realizzazione del Passante Nord comporta un incremento del traffico veicolare dal quadrante orientale: l'intersezione in progetto non sarebbe in grado di smaltire i flussi veicolari con un livello di servizio accettabile". E ancora: "Nel complesso, l'innesto del Passante Nord su via Calatafimi con la nuova configurazione a doppia e/o semplice rotatoria comporterebbe, anche per un incremento di soli 300 veicoli all'ora rispetto ai modesti flussi attualmente presenti, la saturazione del nodo in ora di punta e la generazione di significativi fenomeni di accodamento".

Insomma, il rischio - secondo la Businaro e Borgato - è che la rotatoria, tra viale Porta Adige, il nuovo Passante e la bretella Merlin che porta verso via Amendola, diventi un vero e proprio nuovo punto nero della viabilità cittadina. Uno snodo cruciale, in cui però - secondo i consiglieri Pd - il traffico rischia di andare in tilt.

Il servizio completo sulla Voce in edicola il 17 luglio

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito