Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Una ragazza è stata multata dai vigili urbani perché aveva comprato in spiaggia, da un abusivo, un asciugamano da pochi euro. Cosa ne pensare?
  • E' giusto. Comprare dagli abusivi non fa altri che aumentarne il numero
    20%
  • Le spiagge a volte sembrano dei mercati abusivi. E' giusto intervenire con qualsiasi mezzo.
    48,8%
  • E' sbagliato comprare dagli abusivi, ma multare chi compra mi sembra eccessivo
    8,1%
  • Che senso ha multare chi compra e non chi vende?
    9,4%
  • Ma questi sono i veri problemi?
    11,3%
  • Gli abusivi non fanno certamente concorrenza ai negozi.
    2,5%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

45 milioni per la sanità polesana

Investimenti in tecnologia, strutture efficienti. Inoltre entro 5 anni una piastra ambulatoriale unica e lavori in ogni reparto.

venerdì 11 agosto 2017 22:11

45milioni per rimettere a nuovo l'ospedale di Rovigo e migliorare le strutture sanitarie di Adria e Trecenta.

Una pioggia di risorse finanziarie che dalla Regione Veneto sta per finire sulla sanità polesana e che porterà, in particolare, ad un nuovo volto per quel che riguarda strutture, logistica e tecnologia dell'Ulss 5.

Il piano è stato presentato ieri dal direttore generale della Ulss polesana Antonio Compostella. Assieme a lui, oltre ai suoi collaboratori, anche l'assessore regionale Cristiano Corazzari che ha puntualizzato come "il sistema sanitario polesano è tenuto in brande considerazione dalla giunta regionale veneta. Siamo riusciti a garantire importanti investimenti per portare la sanità del polesine all'eccellenza, tenendo anche conto delle sue criticità legate al territorio e ad una alta percentuale di popolazione anziana".

Oltre 40 milioni di euro, quindi, sono l'investimento complessivo che "farà sì - ha detto Compostella - che nei prossimi 5 anni anni ci saranno cantieri aperti in continuazione, ma senza mai interrompere alcun servizio sanitario. Sarà una sorta di incastro senza disagi per l'utenza né per il servizio".

Il servizio completo sulla Voce del 12 agosto.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito