Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

LE PIÚ LETTE


Rovigo

Narcos in manette, potevano essere i vostri vicini di casa!

La coppia di dominicani arrestata lunedì mattina a Badia non aveva mai destato sospetti: nessuna brutta frequentazione, fedina penale pulita, niente auto di lusso acquistate con i soldi della droga.

giovedì 12 ottobre 2017 10:30

Sembravano una coppia come tante: andavano al supermercato, accompagnavano il figlio a scuola, non avevano mai avuto problemi con la giustizia. In una parola: insospettabili.

Eppure erano i "numeri 2" di un'agguerrita organizzazione internazionale specializzata nel traffico di droga, i cui 19 membri sono stati raggiunti da una misura cautelare. Rony Berroa Telleria, di 48 anni, e Rosa Angelica Zarzuela Rivas, di 47, erano riusciti a nascondere abilmente la loro doppia vita fin da loro arrivo a Badia, avvenuto attorno al 2005.

Ma lunedì mattina, all'alba, per i due dominicani è scattato l'arresto da parte della squadra mobile di Roma, supportata dai colleghi di Rovigo. In attesa del processo per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, "re" e "regina" della coca proveniente dal Centro America, sono stati rinchiusi l'uno nel carcere di Rovigo, l'altra nella casa circondariale di Verona.

Il figlio 11enne di lei, invece, su indicazione del Tribunale dei minori di Venezia, è stato affidato alla zia, che abitava in casa con loro, in modo da rendere meno traumatica la separazione dalla madre e dal patrigno, veri maestri del narcotraffico .

La coppia era, infatti, l'anello di congiunzione che permetteva alla droga del Centro America di raggiungere i porti e gli aeroporti italiani, da dove poi la polvere bianca proseguiva il proprio viaggio raggiungendo i covi della 'ndrangheta calabrese (Leggi l'articolo).

Il servizio completo in edicola sulla Voce di giovedì 12 ottobre

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito