Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Alle elezioni del prossimo 4 marzo saranno pochissimi i polesani candidati, e meno ancora quelli con una reale possibilità di essere eletti. Cosa ne pensate?
  • E' il segno che come territorio contiamo davvero poco
    20,8%
  • E' il frutto delle liti infinite fra i nostri politici
    40,3%
  • Francamente non vedo dove stia il problema
    6,6%
  • Meglio pochi ma selezionati che tanti che cercano solo la poltrona
    7,1%
  • Non mi interessa, per me non cambia nulla
    25,2%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Asm Set, la sedia fa gola a Raule

Congelati i movimenti di poltrona fino a dopo le elezioni. Ma il risiko non si ferma. Se Cristina Folchini diventasse vicesindaco, la Lega potrebbe rivendicare il vertice della società.

martedì 13 febbraio 2018 08:32

Rimpasto di giunta? Se ne riparla alla fine delle elezioni, assicurano i più informati di Palazzo Nodari, che devono ancora digerire l'incursione repentina del primo cittadino Massimo Bergamin alla poltrona di vicesindaco di Ezio Conchi. Era stata (anche quella), rimandata a dopo le elezioni.

La sedia accanto al sindaco spetta a Forza Italia e i nomi che nel partito azzurro sono sempre più insistenti sono quelli di Andrea Bimbatti e Cristina Folchini.

Ma nel valzer delle poltrone nulla è mai certo. Non è detto, ad esempio, che una volta che Folchini, attuale presidente di Asm Set in quota Forza Italia, si sposti da via Dante a Palazzo Nodari, la sua sedia vuota venga assegnata a un altro azzurro.

Asm Set, insomma, fa gola anche alla Lega Nord, che con Stefano Raule potrebbe richiedere la presidenza. Sempre che la Folchini decida di lasciare il posto: un passaggio tutt'altro che scontato a questo punto.

In alternativa, lo stesso Raule potrebbe essere indicato come assessore. Bruciato dalla mancata candidatura all'uninominale della Camera e in generale, come ha scritto in una nota, del fatto che il Polesine non è stato affatto rappresentato, il commissario della Sezione di Rovigo del Carroccio preme ora su ruoli locali.

Altro vertice da ridefinire, dopo le dimissioni di Angelo Zanellato è quello del Consvipo. Ma anche in questo caso le consultazioni si sono stranamente arenate. Si stava valutando un nome "tecnico" ma forse in attesa che alcuni equilibri si sblocchino tutto si è bloccato.

L'unico nome sul quale fino a qualche tempo fa sindaci e presidente della provincia Marco Trombini è Giovanni Salvaggio, economista, ex presidente di Asm spa e docente universitario.

Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di oggi 13 febbraio

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni. Testata aderente all'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria www.iap.it

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito