Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
In ottobre si voterà per il referendum sull'autonomia del Veneto. Cosa ne pensate?
  • Giusto partecipare per fare sentire la propria voce-
    48,9%
  • Bene, anche se purtroppo alla fine cambierà poco...
    5%
  • L'autonomia non basta, serve l'indipendenza dall'Italia
    3,8%
  • Quei soldi si potevano spendere meglio
    7,3%
  • Ma quale autonomia...
    35,1%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Cantonazzo protesta contro la puzza

I cittadini: il Comune deve intervenire. L'altra sera una donna ha vomitato. Indice puntato contro una ditta.

sabato 12 agosto 2017 22:12

"Ho solo tre mesi e voglio respirare". E' eloquente il cartello che una mamma ha attaccato alla carrozzina del proprio figlio. Un modo per segnalare che gli abitanti di Cantonazzo non ce la fanno più a sopportare la puzza che, a loro dire, proviene dalla lavorazione dei materiali all'azienda che in linea d'aria dista poche centinaia di metri.

Ieri una cinquantina di residenti si sono riuniti nella piazzetta della frazione di Rovigo per manifestare il loro disagio. Appesi striscioni e cartelli contro i continui odori molesti. E poi mascherine sulla bocca per dimostrare che l'aria è davvero irrespirabile. "Ieri sera - lamenta una signora . una nostra conoscente ha vomitato, la puzza le aveva talmente dato la nausea che non ce l'ha fatta più". "Ma vi sembra possibile - tuona un altro cittadino - che i nostri figli siano costretti a giocare all'aria aperta con questa puzza". E ancora: "Siamo in estate ma dobbiamo stare con le finestre chiuse perché in determinate ore il puzzo è intollerabile".

I residenti, alcune centinaia, si sono costituiti in comitato spontaneo. A fare da portavoce Simone Bedendo, ex assessore comunale: "Chiediamo che si intervenga che il Comune faccia di più di quell'ordinanza che non ha avuto alcuna efficacia". "Se le cose continueranno in questo modo - aggiunge un altro residente - ci organizzeremo per tempestare di mail il sito del Comune per segnalare tutti gli orari in cui si sente la puzza. La si sente in determinati orari del giorno, sia di sera che di mattina".

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito