Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Alle elezioni del prossimo 4 marzo saranno pochissimi i polesani candidati, e meno ancora quelli con una reale possibilità di essere eletti. Cosa ne pensate?
  • E' il segno che come territorio contiamo davvero poco
    20,8%
  • E' il frutto delle liti infinite fra i nostri politici
    40,3%
  • Francamente non vedo dove stia il problema
    6,6%
  • Meglio pochi ma selezionati che tanti che cercano solo la poltrona
    7,1%
  • Non mi interessa, per me non cambia nulla
    25,2%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Domeniche ecologiche, Tesoro rischia grosso

Sul flop della giornata senz'auto il sindaco chiama in causa il comandante dei vigili. Solo in 4 per le strade di mattina, impegnati nella maratona. Bergamin: Farle è un'ipocrisia.

Ketty Areddia
martedì 13 febbraio 2018 11:26

Il flop della prima domenica ecologica di Rovigo rischia di essere il piatto su cui verrà consegnata la testa del comandante della polizia locale Giovanni Tesoro.

E' spiazzato il sindaco Massimo Bergamin, che ieri, tornato dopo un periodo di malattia a Palazzo Nodari, ha allargato le braccia: "Io ho firmato l'ordinanza, non spetta a me l'organizzazione delle domeniche ecologiche" e ha annunciato che già oggi chiederà all'assessore all'Ambiente Federica Moretti e al comandante della polizia locale Giovanni Tesoro affinché relazionino sui disservizi dovuti alla mancanza di transenne ai varchi e sulla mancanza totale di controlli da parte dei vigili urbani.

Doveva essere infatti la prima di una serie di domeniche senz'auto in un centro storico allargato. Rimanevano transitabili solo: via San Bellino, Viale Oroboni, Viale della Pace, Via Dante Alighieri, Largo Martiri, Circonvallazione Ovest, Via Falcone Borsellino e Viale Porta Po, ma ai varchi tutto era aperto al traffico. Nessun controllo da parte della polizia locale. Di fatto al lavoro domenica c'erano 5 vigili urbani, di cui uno in centrale e 4 impegnati nella "Rovigo in love". Di pomeriggio gli agenti erano in tre.

Con la stretta agli straordinari (per i quali il comandante è stato strigliato lo stesso Tesoro in sede di valutazione), era difficile sperare in uno schieramento più corposo. E per lo stesso motivo cinturare il perimetro vietato all'ingresso delle auto con transenne senza personale era chiedere troppo.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni. Testata aderente all'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria www.iap.it

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito