Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Quella che sta iniziando potrebbe essere l'estate più calda di sempre. Secondo molti è colpa del riscaldamento del pianeta. Secondo altri una casualità. Voi cosa ne pensate?
  • In estate è sempre stato caldo. Dov'è la novità?
    10,4%
  • Da alcuni anni le estati stanno diventando insopportabili, quasi africane. Qualcosa vorrà pur dire...
    26%
  • Sono preoccupato per la siccità e per tutti i problemi che porterà, e non solo per il caldo
    32,5%
  • Francamente non credo che sia un problema di riscaldamento globale...
    3,9%
  • E siamo solo all'inizio...
    27,3%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Il punto sui furti in Italia: le abitazioni sono i bersagli preferiti dai ladri

Dai dati ISTAT relativi a i furti e alle rapine, è emerso che, nell'arco di un decennio, i furti nelle abitazioni private sono raddoppiati, attestandosi come un fenomeno preoccupantemente in crescita.

Martina Orsetti
venerdì 27 gennaio 2017 19:45

Dai dati ISTAT relativi a i furti e alle rapine, è emerso che, nell'arco di un decennio, i furti nelle abitazioni private sono raddoppiati, attestandosi come un fenomeno preoccupantemente in crescita. Nel 2015, un anno allarmante da questo punto di vista, si registravano circa 29 furti ogni ora, uno ogni due minuti, un dato più che preoccupante. La zona maggiormente interessata da questo fenomeno è il Centro-Nord della penisola, dove, negli ultimi dieci anni, i furti nelle abitazioni sono aumentati del 151%. Più del 20% dei furti denunciati dai cittadini interessa tre province: Milano (19.214 reati), Torino (16.207) e Roma (15.779). Sembra che i ladri prediligano le abitazioni private per una questione di comodità: i negozi e le banche dispongono di sistemi di sicurezza avanzati che inducono i malviventi a rinunciare (telecamere e sistemi di allarme spesso collegati con le forze dell'ordine). Se i ladri preferiscono orientarsi verso le case private, è anche per via della certezza di trovarvi un lauto bottino, specialmente in un momento di forte crisi in cui la maggior parte degli italiani preferisce custodire i propri risparmi in casa. Si saccheggia sempre e comunque, in qualsiasi ora del giorno e della notte, in solitaria o in bande composte da più individui, anche mentre i proprietari o gli inquilini dormono ignari nei propri letti. A tale riguardo, va detto che crescono anche le rapine nelle abitazioni con minacce dirette o violenze verso i proprietari (+195% nel decennio). Contestualmente alla crescita di questi fenomeni, vi è l'aumento delle preoccupazioni dei cittadini, con il conseguente ed inevitabile peggioramento della vita domestica. La questione sicurezza è all'ordine del giorno: si cerca di sensibilizzare i cittadini parlando di prevenzione dei furti attraverso l'adozione di comportamenti consapevoli, con i quali si ha la possibilità di proteggere al meglio i propri cari e i valori più preziosi. Tra le buone norme suggerite dalle autorità c'è anche l'installazione di un dispositivo di sicurezza, ad esempio la cassaforte, nella quale custodire gli oggetti preziosi e i documenti personali sensibili. In questo articolo vogliamo fare una panoramica sulle casseforti, dei dispositivi molto utili per salvaguardare i valori personali, tanto nella vita privata quanto in quella professionale.

Casseforti: tipologie e caratteristiche

Contestualmente all'aumento dei furti nelle abitazioni, cresce anche l'esigenza delle persone di proteggere i propri valori, custodendoli all'interno di casseforti ben nascoste alla vista. Naturalmente, affinché risulti impossibile da scassinare, la cassaforte deve possedere delle caratteristiche tecniche specifiche, ma, in primo luogo, deve essere una cassaforte di qualità. Diffidate dai modelli che trovate in vendita presso i supermercati, perché si tratta spesso di dispositivi di scarsa qualità che non resisterebbero ai possibili tentativi di scasso. L'acquisto di una cassaforte può essere considerato un investimento, poiché si tratta di apparecchi di sicurezza che possono arrivare a costare molto. In questo caso, il risparmio si rivela controproducente, poiché minore sarà il costo della cassaforte, minore sarà anche la qualità e il grado di sicurezza del dispositivo. Di seguito descriviamo i principali modelli di casseforti presenti oggi in commercio, suggerendovi quelli più adatti all'ambiente domestico.

La cassaforte a muro

Le casseforti a muro sono tra i modelli più indicati per l'ambiente domestico, in quanto offrono un buon livello di sicurezza a costi accessibili. Le casseforti a muro sono ideate appositamente per essere inserite all'interno di un vano a muro, una soluzione ottimale in casa poiché, in seguito alla loto installazione con tiranti e bulloni di ancoraggio molto robusti, queste casseforti sono praticamente impossibili da rimuovere senza provocare un gran rumore.

La cassaforte mobile

Le casseforti mobili, anche dette "da appoggio", possono essere nascoste all'interno di un mobile, di un armadio oppure mimetizzate nell'ambiente circostante. Anche questo modello è molto richiesto perché caratterizzato da un costo non eccessivo, ma, per contro, offre una capienza minore rispetto agli altri modelli.

La cassaforte a pavimento

Le casseforti a pavimento sono poco diffuse negli ambienti domestici poiché hanno dei costi piuttosto elevati e la loro installazione non è delle più agevoli. Le casseforti a pavimento vengono installate sotto il livello del pavimento di casa, rendendo necessari dei lavori di muratura. Questo modello garantisce un livello di sicurezza ottimale, ma, per contro, presenta dei costi elevati. Le casseforti a pavimento sono ideali per gli istituti bancari o i negozi che custodiscano grandi somme di denaro.

Il grado di resistenza di una cassaforte

Il grado di resistenza allo scasso di una cassaforte è il parametro più importante da valutare prima dell'acquisto del dispositivo. Nel momento in cui una cassaforte viene introdotta nel mercato, questa viene classificata in base al livello di resistenza allo scasso: la normativa europea UNI-EN 1143-1 stabilisce i criteri di valutazione del rischio "cassaforte" attribuendole un grado di resistenza allo scasso che va da 0 a 13. Questo significa che ogni cassaforte viene sottoposta a dei collaudi all'interno di appositi laboratori: maggiore è il livello di resistenza del dispositivo, maggiore è il grado attribuitogli. Ricordate quindi che una cassaforte di qualità è sempre contrassegnata dal marchio UNI, indice di qualità del prodotto.

Link utili

Per quanto riguarda le buone norme da adottare in casa al fine di proteggere i propri valori, forniamo un utile Vademecum redatto dalla polizia di Stato su come difendere la propria casa dalle possibili intrusioni (questure.poliziadistato.it). La fonte delle informazioni sopracitate è il sito di un'azienda che propone casseforti delle migliori marche e non solo: sul portale è presente una pagina dedicata alle casseforti Juwel contenente una guida dettagliata sugli aspetti da prendere in considerazione per la scelta di una buona cassaforte per uso domestico (casseforti Juwel). Ai fini dell'acquisto di una buona e valida cassaforte per uso residenziale potete consultare il documento relativo ai "criteri di valutazione del rischio cassaforte" fornito dall'Ania (www.ania.it.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito