Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Alle elezioni del prossimo 4 marzo saranno pochissimi i polesani candidati, e meno ancora quelli con una reale possibilità di essere eletti. Cosa ne pensate?
  • E' il segno che come territorio contiamo davvero poco
    20,8%
  • E' il frutto delle liti infinite fra i nostri politici
    40,3%
  • Francamente non vedo dove stia il problema
    6,6%
  • Meglio pochi ma selezionati che tanti che cercano solo la poltrona
    7,1%
  • Non mi interessa, per me non cambia nulla
    25,2%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Polemica sulla festa vip al Sociale

L'assessore Sguotti: Era aperta a tutti fino a esaurimento biglietti. E dà i costi. Il sindaco: Siamo pionieri, raddoppieremo questi eventi in teatro. Chi non apprezza stia a casa.

lunedì 12 febbraio 2018 23:59

Continua a far parlare di sé, con uno strascico di polemiche in stile "Sanremo", la festa di Carnevale organizzata al Teatro Sociale giovedì scorso dal Comune di Rovigo e dalla Fondazione Rovigo Cultura.

Qualcuno in città ha fatto le pulci all'organizzazione e l'ha definita la festa "vip and cheap", visto che con un costo di 50 euro, chi ha comprato il biglietto ha potuto prendere in prestito i vestiti di scena del Teatro (salvo restituirli puliti), fare aperitivo nel foyer del teatro Sociale, cenare al Ridotto (in 80) e poi ballare con tanto di dj e fotografo ufficiale in 240 (la seconda parte della serata costava 10 euro).

Tutto recuperando mille euro da destinare alla Pediatria dell'ospedale per la festa di Carnevale dei piccoli pazienti.

L'assessore alla Cultura Alessandra Sguotti non si tira indietro e snocciola i dati della serata, con i costi che ha sostenuto la Fondazione Rovigo Cultura. Totale 5mila euro e più di costi.

Per un obiettivo più che centrato, ha dichiarato l'assessore: "Fare della beneficenza per i piccoli degenti della Pediatria dell'ospedale, e - cosa di cui sono particolarmente orgogliosa - far rivivere i vestiti di scena del laboratorio del teatro Sociale, che erano sommersi dalla polvere".

Poi precisa: "La festa era aperta a tutti, fino a esaurimento dei posti. Dunque tutti potevano partecipare. Come in qualsiasi altro spettacolo. Bastava arrivare in tempo".

Non dà spazio alle polemiche il sindaco Massimo Bergamin: "Siamo pionieri, raddoppieremo questi eventi in teatro. Chi non apprezza stia a casa".

Il servizio completo domani 13 febbraio sulla Voce di Rovigo

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni. Testata aderente all'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria www.iap.it

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito