Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Una ragazza è stata multata dai vigili urbani perché aveva comprato in spiaggia, da un abusivo, un asciugamano da pochi euro. Cosa ne pensare?
  • E' giusto. Comprare dagli abusivi non fa altri che aumentarne il numero
    20%
  • Le spiagge a volte sembrano dei mercati abusivi. E' giusto intervenire con qualsiasi mezzo.
    48,8%
  • E' sbagliato comprare dagli abusivi, ma multare chi compra mi sembra eccessivo
    8,1%
  • Che senso ha multare chi compra e non chi vende?
    9,4%
  • Ma questi sono i veri problemi?
    11,3%
  • Gli abusivi non fanno certamente concorrenza ai negozi.
    2,5%
LE PIÚ LETTE


Rovigo

Rapina al bar col fratello, arrestato

Era a Rovigo il 31enne che ha aggredito con il fratello il cliente di un bar di Este. Ieri il giovane, irreperibile, è stato notato a Rovigo e poi è stato catturato a Boara Pisani, subito dopo il ponte.

giovedì 20 aprile 2017 22:00

Arresto da parte dei Carabinieri (foto d'archivio)
Arresto da parte dei Carabinieri (foto d'archivio)

E' in manette anche il fratello di Thomas Ferrantin, il 34enne di Este accusato di aver compiuto una rapina al bar di "Isola Caffé" di Este, ai danni di un 40enne del posto.

Denis Ferrantin, 31 anni, è stato arrestato ieri mattina dai carabinieri di Boara Pisani, in collaborazione con il Norm di Este, dopo che qualcuno aveva notato il ragazzo a Rovigo con il padre in macchina.

I due fratelli erano entrati all'interno del locale il 30 marzo e - pare per un precedente dissidio con la vittima - avevano preso di mira un cliente, D.R., residente poco distante dal bar.

Quest'ultimo era stato spintonato, fatto cadere a terra, quindi preso a calci e pugni. Uno dei due aggressori aveva persino infilato le dita negli occhi della vittima, che alla fine era stata derubata del telefono cellulare e degli occhiali.

Solo per l'intervento del personale del bar e per la forte resistenza della vittima la coppia aveva desistito e si era data alla fuga, abbandonando anche l'intento di strappare il marsupio di D.R.

All'interno del borsello c'era una cospicua somma di denaro. L'aggredito era stato accompagnato in ambulanza in ospedale a Monselice e dimesso con 15 giorni di prognosi per "contusioni multiple ed emorragia sottocongiuntivale".

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito