Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

LE PIÚ LETTE


Rovigo

Si è sdraiata sui binari e si è fatta travolgere dal treno

La vittima è una 41enne. I testimoni dicono che la donna dopo aver lasciato la borsetta sul portafogli "si è sdraiata sulle rotaie e si è fatta investire dal treno".

giovedì 7 dicembre 2017 06:00

Ha appoggiato borsa e giubbotto sul marciapiede del binario 3. Poi, proprio mentre stava passando il treno è saltata sulle rotaie e ci si è stesa sopra facendosi travolgere dal Freccia bianca in arrivo.

Ancora una tragedia alla stazione di Rovigo, ancora un
suicidio. Almeno questo è quello che sembra dopo le prime indagini e in base ai racconti dei testimoni. A scegliere di togliersi la vita in modo così agghiacciante è stata una donna di 41 anni. Pare che a causa di una forte depressione avesse tentato altre volte il suicidio.

E' successo mercoledì alle 15 allo scalo di Rovigo e a causa dell'investimento il traffico ferroviario è rimasto fermo per circa un'ora. Qualche treno sulla Rovigo-Chioggia, inoltre, è stato sospeso.

Sono gli stessi viaggiatori a raccontare quello che è successo nel primo pomeriggio di ieri sul binario 3, in corrispondenza dell'entrata sui binari: "Stavamo aspettando l'arrivo del treno sul binario 3 - racconta una polesana che attendeva l'arrivo dei genitori - ad un certo punto una donna, credo straniera, che era vicino a me ha appoggiato a terra giaccone e borsa ed è saltata sulle rotaie. E' successo tutto nell'arco di pochi istanti, proprio mentre stava arrivando il treno". Poi la donna si è stesa sulle rotaie. "Un uomo ha gridato - racconta un'altra donna - ma era troppo tardi il treno ha provato a rallentare ma ormai l'impatto era impossibile da evitare". Il macchinista ha azionato la sirena, i freni. Ma poche frazioni di secondo dopo la donna è stata investita in pieno, il corpo straziato e trascinato per alcuni metri sulle rotaie. Sul posto sono intervenuti immediatamente gli uomini della Polfer, la polizia, il 118, poi anche i carabinieri e, ovviamente, anche gli addetti della stazione ferroviaria. E così sono stati ricostruiti gli ultimi frammenti di vita della 41enne.

Impossibile, per ora, individuare i motivi di questo gesto estremo ed autodistruttivo. Il fatto però che la donna, prima di farsi travolgere dal treno, abbia appoggiato la borsetta sul marciapiede e si sia tolta la giacca per riporla sulla borsa, lascia intuire che il gesto possa essere stato premeditato, non il frutto di un impulso improvviso. Insomma una lucida follia autodistruttiva.

Dopo il tragico incidente numerosi viaggiatori hanno dovuto attendere che il traffico ferroviario riprendesse il suo corso normale, anche se con decine di minuti di ritardo.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito