Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
In ottobre si voterà per il referendum sull'autonomia del Veneto. Cosa ne pensate?
  • Giusto partecipare per fare sentire la propria voce-
    47,9%
  • Bene, anche se purtroppo alla fine cambierà poco...
    5,2%
  • L'autonomia non basta, serve l'indipendenza dall'Italia
    3,9%
  • Quei soldi si potevano spendere meglio
    7,6%
  • Ma quale autonomia...
    35,4%
LE PIÚ LETTE


Veneto

Coca, preso il re dei pusher: è un odontotecnico

Colpo grosso dei carabinieri: stroncato un giro di cocaina in tutta la bassa padovana (con clienti anche oltre Adige). Nei guai un gruppo di marocchini e un un pusher italiano insospettabile.

martedì 10 ottobre 2017 06:59

Colpo grosso al traffico si stupefacenti nella bassa padovana (con qualche sconfinamento anche in Polesine).

I carabinieri del Norm di Piove di Sacco e della stazione di Agna hanno infatti arrestato per spaccio due cittadini marocchini e hanno dato esecuzione a un provvedimento cautelare a carico di altre sette persone.

Come spiega il Mattino di Padova, i destinatari dell'ordinanza di divieto di dimora in Veneto sono cinque cittadini di origine marocchina, tra cui una coppia sposata di Bagnoli di Sopra, un 29enne di Terrassa Padovana, un 43ene di Piacenza d'Adige e un 31enne residente a Solesino.

A questi si aggiungono una 20enne romena e soprattutto un italiano di 52 anni di Ospedaletto Euganeo, un odontotecnico con studio a Tribano. Secondo l'accusa erano proprio loro ad occuparsi della vendita della droga al dettaglio, soprattutto nelle vicinanze di luoghi di aggregazione giovanile.

L'odontotecnico, poi, avrebbe proposto l'acquisto di droga ai suoi clienti durante le visite e si occupava anche delle consegne.

I due marocchini finiti in manette sono stati sorpresi in auto a Tribano e, alla vista dei carabinieri, hanno cercato di liberarsi di 11 grammi di cocaina già divisa in dosi.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito