you reporter

Adria

Centrodestra, ora è una partita a due per il candidato sindaco

Niente tavolo a quattro, ma faccia a faccia tra Lega e Forza Italia ma fumata nera sul candidato. Il Pd prepara la lista, i civici in tour a Mazzorno.

Centrodestra, ora è una partita a due per il candidato sindaco

La poltrona del sindaco a Palazzo Tassoni

Centrodestra sull’orlo di una crisi di nervi e ancora una volta fumata nera da Padova per capire chi sarà il candidato sindaco di Adria. Le quattro gambe del tavolo regionale formato da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Noi per l’Italia, si sono dimezzate e così ieri si è svolto un vertice-fiume per un faccia a faccia tra leghisti e azzurri. Che cosa si siano detti resta un mistero, l’incontro è andato avanti fino a tarda serata. Fuori dalla porta i seguaci della Meloni e i cosiddetti moderati costretti a fare buon viso a cattiva sorte per non essere tagliati fuori del tutto.

La giornata politica adriese è stata in fibrillazione in attesa di uno squarcio di luce da Padova che non è arrivato, mentre la tensione e l’insofferenza si fanno sempre più alte. I partiti della colazione che hanno sostenuto la Bobo-ter sono lì bloccati, in attesa, per capire chi avrà la fascia di capitano, contesa al momento tra Federico Simoni (Fi), Giorgia Furlanetto (FdI) ed Emanuela Beltrame quest’ultima per il Carroccio. Tuttavia visti i malumori che l’avvocato ha suscitato in casa leghista, Giorgio D’Angelo avrebbe rotto gli indugi e deciso di correre per la fascia tricolore, ben consapevole che un’occasione del genere non si ripeterà più.

In attesa, dunque, che il candidato del centrodestra sblocchi la situazione, gli altri partiti si stanno muovendo. Ieri sera si è riunito il direttivo Pd sotto la guida del segretario Federico Cuberli per dare avvio alla formazione della lista e per delineare l’identikit del candidato sindaco che saranno presentati nell’assemblea pubblica ai primi della prossima settimana. Il movimento civico Ibc-SiamoAdria prosegue il tour nelle frazioni: questa sera incontro a Mazzorno Sinistro alle 21 nella sala civica. Visto il boom nella raccolta di firme, i civici stanno pensando a una terza lista, cosiddetta civetta, per convogliare su Omar Barbierato il maggior numero di consensi. Tutto fermo in casa grillina e silenzio di tomba: la lista sarebbe pronta e al vaglio degli organismi provinciali del movimento, ma i nomi sono top secret.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl