you reporter

Conservatorio "Buzzolla"

Marcin Dylla e le quattro giornate delle chitarre

Grande attesa per la star di fama internazionale che si esibirà al teatro “Ferrini” di Adria.

Marcin Dylla e le quattro giornate delle chitarre

Conservatorio "Buzzolla", Gottipavero, Bellettato, La Rocca e Tampalini

Tutto pronto per il “Festival chitarristico internazionale” organizzato dal conservatorio “Buzzolla” di Adria in collaborazione con Bancadria che si svolgerà dal 17 al 27 aprile con quattro giornate intense tra musica, mostre, masterclass e concerti. Tutti gli incontri sono aperti al pubblico con ingresso libero, ad esclusione della masterclass riservata agli iscritti, per le adesioni collegarsi al sito web dell’istituto di viale Maddalena dove è possibile consultare anche il programma dettagliato della manifestazione e il curriculum professionali degli autori.

L’evento prende il via martedì 17 aprile alle 10 con l’inaugurazione della mostra di liuteria chitarristica che vede la partecipazione di 15 liutai di fama internazionale che metteranno a disposizione gli strumenti per prove e dimostrazioni. La mostra è allestita nella sala concerti di corso Mazzini, ex tribunale, e rimane aperta fino alle 19. Alle 15 è previsto un concerto dimostrativo delle chitarre di liuteria, alle 21 concerto di Flavio Nati dal titolo “6 corde nel 9cento”.

Martedì 24, alle 15, sempre in corso Mazzini, presentazione delle novità discografiche di Giulio Tampalini, Alberto Mersica e Alberto La Rocca; alle 21 concerto di Daniele Ruggeri al flauto e Alberto Mersica alla chitarra. Si arriva a giovedì 26 e il Festival si trasferisca al museo archeologico nazionale con un concerto, alle 17, delle orchestre di chitarre del “Buzzolla”: la Nuova orchestra giovanile di chitarra diretta Paolo Benedetti formata da un settantina di allievi e l’Orchestra di chitarre del conservatorio fromata da studenti e docenti diretta da Alberto La Rocca con solista Giulio Tampalini. Il pomeriggio musicale si chiude con intervento speciale del Newcastle/Adria guitar trio/quartet con David Curry e Denise Brown. Alle 21, al teatro “Ferrini” concerto di Marcin Dylla, stella internazionale della chitarra classica, definito dal “Washington Post” un “fenomeno raro della chitarra”. Il “Festival” si chiude nella giornata di venerdì 27 aprile in corso Mazzini con la masterclass di Dylla dalle 9 alle 12.

Il programma dettagliato della manifestazioni è stato presentato a Villa Mecenati alla presenza del direttore del conservatorio Roberto Gottipavero e della presidente Mara Bellettato con i due docenti coordinatori Alberto La Rocca e Giulio Tampalini. “Questo evento – ha osservato Gottipavero – apre la stagione dei Festival dell’anno accademico e rappresenta senza dubbio un fiore all’occhiello per il nostro istituto e un evento artistico, culturale e musicale per la comunità e siamo ben lieti di offrirlo alla cittadinanza. Tutti gli autori che vi partecipano sono di livello internazionale fino ad arrivare a Marcin Dylla la cui presenza tra noi è un fatto di prestigio e motivo di orgoglio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl