you reporter

Adria

Due giorni per le candidature, stretta per gli accordi

L’ex sindaco Bobo, per Cavallari, attende un “sì” da Simoni e cerca l’ok del Pd. E Barbierato trema.

Due giorni per le candidature, stretta per gli accordi

L'ufficio del sindaco di Adria

Situazione quanto mai confusa sul fronte politico, tuttavia si ha netta la sensazione che nelle prossime 48 ore qualcosa si sbloccherà ad Adria. Tutta la partita, al momento, è frenata dallo stallo in atto nel centrodestra dove ancora non è stata trovata una soluzione. Il tavolo regionale si riunirà domani e dovrebbe essere, almeno si spera, la volta decisiva. E su quella riunione incombono le tensioni dentro Forza Italia, così gli azzurri si ritrovano oggi tra loro a porte chiuse per fare chiarezza al loro interno. Oltre alle normali tensioni che si registrano in tutti i partiti tutte le volte che si decidono le candidature, per la prima volta, da un ventennio a questa parte, è in discussione anche il valore strategico dell’alleanza con la Lega.

Qualora non si arrivasse a una candidatura condivisa, al momento contesa tra Emanuela Beltrame (Lega) e Giorgia Furlanetto (FdI), questo significherebbe che ognuno correrà con il proprio candidato. Oltre alle due avvocatesse appena citate, anche Federico Simoni (FI) potrebbe assaporare la soddisfazione di correre da sindaco, confidando nell’appoggio della Bobosindaco, però tutto da verificare. Il mancato sostegno di Bobo al suo ex vicesindaco, considerato che al secondo turno si ritroverebbe in compagnia di quelli che hanno provocato la sua caduta. Ecco perché Barbujani&C stanno spingendo per chiudere un accordo con il Pd con il candidato-pontiere Lamberto Cavallari, il quale potrebbe godere del sostegno di qualche il lista civica.

Una prospettiva, quest’ultima, che sta creando forte agitazione in casa di Ibc-SiamoAdria perché quasi sicuramente sbarrerà la strada del ballottaggio a Omar Barbierato, costringendo il movimento civico all’opposizione e all’insignificanza politica per almeno un quinquennio. Per questo sono al lavoro alcuni esponenti dem più sensibili ai civici per tentare di arrivare a un’intesa pre-elettorale che possa vedere Ibc-SiamoAdria partecipe nella prossima amministrazione. Dunque, la partita elettorale per la definizione delle candidature è quanto mai un risiko.

Chi è completamente fuori da ogni tipo di alleanza è il Movimento 5 stelle che ha già fatto le proprie scelte in solitaria: candidata sindaco Elena Suman, 54 anni, operatore socio sanitario e assistenza di sala al pronto soccorso dell’ospedale civile di Adria, subentrata in consiglio comunale il 9 settembre scorso al posto di Cristina Caniato che si era dimessa per problemi familiari. Candidati e programma grillini saranno presentati alla stampa lunedì 16 aprile alle 18 al bar Centrale.

Sempre lunedì prossimo, ma alle 21 in sala Cordella, si svolgerà l’assemblea pubblica del Pd per spiegare programmi, alleanze e strategie. Il partito di vicolo Che Guevara è attualmente fermo su Federico Cuberli candidato sindaco, scelta “istituzionale” quale segretario del circolo, tuttavia gli esponenti dem più navigati sono al lavoro in più direzioni per evitare che il partito resti isolato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl