you reporter

Elezioni

Cuberli (PD): “Corriamo per vincere”

Spinello apre a Bobo, punzecchia Barbierato e annuncia “il presidente sia della minoranza”. Il centrodestra schiera il tridente: Beltrame, Simoni e Furlanetto.

Cuberli (Pd): “Corriamo per vincere”

Sandro Gino Spinello, Federico Cuberli e Giuseppe Traniello Gradassi del Pd

Il Partito democratico ha recuperato la centralità della scena politica dopo un decennio di emarginazione. Ha maturato la consapevolezza che per vincere bisogna stare con il Pd, visti i veti incrociati, rancori e personalismi che impediscono accordi saldi tra gli altri protagonisti. Ma in vicolo Che Guevara ancora non è chiaro con chi convolare a nozze: il cuore dice Omar, ma la ragione potrebbe spingere in braccio a Bobo.

E’ questo il messaggio che arriva dall’assemblea pubblica molto partecipata dell’altra sera in sala Cordella per condividere con iscritti, simpatizzanti e cittadini idee e proposte. L’incontro è stato aperto dal segretario del circolo Federico Cuberli, il quale, a dispetto della giovane età, ha saputo muoversi con grande equilibrio, senza sbilanciarsi, senza fughe in avanti ma senza dare l’impressione di stare fermo. Ma su una cosa è stato chiaro: “Vogliamo correre per vincere”. Parole che devono essere suonate come musica per gli orecchi di Lamberto Cavallari, per molti tratti presente in sala, indicato come il “pontiere” tra Pd e Bobosindaco.

Particolarmente ispirato Spinello con la sua lucida analisi della situazione. “Adria ha sempre saputo distinguersi per non accettare diktat dall’alto, la stagione di Barbujani è stata contrassegnata dall’omogeneità politica con la Regione e mai come in questo decennio la città è scesa così in basso, mai si è ritrovata così isolata, mai così litigiosa”. E lancia un messaggio di apertura verso l’ex sindaco, quasi un’ancora di salvataggio: “Non basta che Bobo dica che con questo centrodestra ha chiuso, deve spiegare perché gli hanno impedito di fare il sindaco”. Quindi una stoccata per il leader civico: “Omar e il suo gruppo sono figli della stagione di rancori che hanno affossato il centrodestra”.

E proprio nel centrodestra la situazione è complicata, anzi "preoccupante", come sottolinea Cristiano Corazzari, assessore regionale leghista. "Si stanno delineando soluzioni trasversali come l’avvicinamento tra Forza Italia e Pd che non farà certamente un buon servizio al centrodestra”. A questo punto fa presente che “la sezione adriese leghista ha già preparato candidato sindaco (Emanuela Beltrame, ndr), lista dei consiglieri e programma pertanto siamo pronti a correre da soli, anche se fino all’ultimo faremo ogni sforzo possibile per compattare la coalizione”. Furlanetto? “Escludo che la Lega possa sostenerla”. Dunque, si sta profilando un centrodestra spaccato che potrebbe scendere in campo con il tridente: Emanuela Beltrame per la Lega, Giorgia Furlanetto per Fratelli d’Italia e Federico Simoni per Forza Italia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl