you reporter

Adria

Ponte Chieppara, semaforo pronto

Inizia l’intervento di manutenzione straordinaria, disagi alla viabilità. Lunedì scatterà il senso unico alternato. Invertita la direzione di marcia di via Molinteran.

Ponte Chieppara, semaforo pronto

Tutto è ormai pronto per l’avvio dei lavori di straordinaria manutenzione sul ponte di via Chieppara che attraversa il Canalbianco.

Il semaforo scatterà lunedì per regolare a senso unico alternato l’attraversamento del ponte: questo sarà attivo H24 fino al 13 agosto. Viene garantito il passaggio ciclo pedonale. Attenzione invece alle giornate di martedì 18 e mercoledì 19, quando il traffico sul ponte sarà completamente interrotto nella fascia oraria 9-12. Stessa cosa si ripeterà dal 17 al 19 luglio. In questi periodi di chiusura è probabile che anche il passaggio ciclo pedonale possa essere interrotto per ragioni di sicurezza. La chiusura totale del ponte, infatti, si rende necessaria per consentire alla ditta incaricata dei lavori di installare e smontare i ponteggi.

Questo è quanto prevede l’ordinanza firmata dal comandante della polizia locale Pierantonio Moretto che ha anche preso un importante provvedimento per quanto riguarda via Molinteran dove viene invertito il senso di marcia: pertanto la stradina sul lato sud della basilica della Tomba e che passa a fianco del centro parrocchiale e del plesso scolastico Vittorino da Feltre potrà essere percorsa in direzione via Umberto I-via Bocchi, ovviamente sempre a senso unico. Tale provvedimento è stato deciso per favorire il traffico veicolare che arriva da via Leonardo da Vinci e ponte Bettola che deve raggiungere l’ospedale, in particolare per quanto riguarda le ambulanze, bypassando il passaggio su ponte della Chieppara e nello stesso tempo per evitare di passare per strade più centrali e più trafficate. Lo stesso discorso vale per i mezzi di soccorso.

L’intervento viene eseguito da Sistemi territoriali che ha in gestione l’asta navigabile del Canalbianco e le infrastrutture viarie che vi insistono per una spesa di circa 400mila euro all’interno di un intervento complessivo di oltre 16 milioni.

I lavori interessano in larghissima parte la struttura blu, ovvero le apparecchiature mobili del ponte che si alzano per il passaggio di mezzi navali di eccezionale portata. Tutto è stato programmato affinché il passaggio torni alla normalità entro la riaperture delle scuole.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl