you reporter

La sagra

A Melara la regina è la zucca

E’ partita la 28ª edizione della festa organizzata dalla Pro loco in area artigianale. Spettacoli, musica, divertimento e, ovviamente ottima cucina, fino al 19 agosto.

In Polesine, esiste un paesino di poco più di 1.700 anime, Melara, proprio al confine con le province di Mantova e Verona, che da ben 28 anni ha deciso di dedicare una festa ad uno dei prodotti tipici della zona: la zucca.

Una festa che, anno dopo anno, si conferma essere uno degli appuntamenti più attesi dell’estate polesana e non solo. Inaugurata martedì scorso, la festa continuerà con spettacoli, musica, divertimento e, ovviamente ottima cucina, fino al 19 agosto, in un crescendo di emozioni che porteranno nel comune rivierasco davvero moltissime persone.

Organizzata dalla Pro loco di Melara nel parco dell’area artigianale, la Festa della zucca propone in questi 13 giorni moltissime serate musicali e danzanti nella nuova pista da ballo in acciaio, dove le orchestre più rinomate proporranno i loro repertori, ma anche serate dedicate ai giovani come ad esempio quella di questa sera che vedrà uno spettacolo di musica e cabaret con i dj di Radio Pico direttamente dai “Tre amigos” che sarà poi replicato venerdì 17 agosto.

Anche la serata di domenica 12 agosto, sarà dedicata ai giovani, quando ad accendere il divertimento saranno i balli latino americani dei “Caribe” o martedì 14 agosto dedicato alla musica anni Ottanta, con Luca Verbeni e Les Divas. Ma ancora una volta sarà l’ottima cucina a farla da padrona. Molte, infatti, le prelibatezze del menù proposto allo stand gastronomico, dove bravissimi volontari prepareranno le specialità a base di zucca, tipiche di questo territorio che hanno reso famosa la Festa di Melara ben oltre i confini provinciali.

Dal tortello di zucca che viene proposto in diverse varianti, ma soprattutto nella tradizionale ricetta che la prevede con il “salamèl”, agli gnocchetti al cuore di zucca, dal risotto alla zucca al risotto con la salsiccia. Anche i secondi piatti non sono certo da meno. Si può gustare grigliata mista con polenta, stinco di maiale con patate, maialino al forno con salsa di zucca, piatto del duca con zucca fritta, grana, pan di zucca e scaglie di grana e mostarda.

Assolutamente da non perdere, l’appuntamento ormai consolidato con il concorso gastronomico “Tortello d’oro”, arrivato quest’anno all’edizione numero 18, che andrà in scena giovedì 16 agosto.

La “disfida del tortello d’oro” è ormai un appuntamento atteso da esperti e appassionati che vedranno sfidarsi quattro ristoranti di diverse regioni che proporranno il piatto più famoso di questo angolo d'Italia. Tutte le sere è possibile usufruire anche dei servizi di pizzeria, area gelateria e bar, ampia zona dedicata agli spettacoli con orchestre di liscio, musica dance e cabaret, stand espositivi e spazio giochi per bambini.

A chiusura della Festa, come sempre, tutti con il naso all’insù per assistere ad un grandioso spettacolo pirotecnico.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl