you reporter

Bandiera bianca sullo zuccherificio

I luoghi dell'abbandono

Era il 1899 quando venne eretto. Il 1982 quando venne iniziata l’ultima campagna saccarifera. L’anno dopo, chiuse i battenti. Per sempre. E oggi è lì, lasciato a se stesso, da ormai 35 anni.



Stiamo parlando dell’ex zuccherificio di Lendinara, antico gioiellino economico della città altopolesana. Anche questo, un tempo, era un luogo pulsante della vita della zona. Qui convergevano le barbabietole da buona parta del Medio Polesine, ma anche da oltre Adige.



Ma il vecchio zuccherificio, che si erge dopo il passaggio a livello, sul lato sinistro della strada che dalla città va verso la Transpolesana, via Valli, è stato suo malgrado anche preda di vandali e sbandati d’ogni tipo, in questi 30 anni.



Il grande parco che lo circonda è stato - specialmente in passato - punto ti incontro per tossicodipendenti e spacciatori. E quello che è avvenuto tra le mura di quello che era lo stabilimento lo testimoniano le macerie lasciate a terra. Veri e propri cumuli di robaccia ormai informe.



E del resto, non fosse per il gran caos e i vetri sfondati, sembrerebbe davvero che qui il tempo si fosse fermato. Ad un tempo ormai lontano e che non c’è più. Ma di cui restano solide testimonianze, per quanto compromesse dal tempo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl