you reporter

Telecamere per controllare gli argini

Badia Polesine

112475
L’accesso incontrollato alle sponde del fiume Adige è un problema a cui il Comune di Badia Polesine sta cercando di porre rimedio con sollecitudine.




In ogni via di entrata alle cosiddette “banche” del fiume, come quelle che si trovano ai lati del ponte che conducono al vicino Comune di Masi, sono posti dei cancelli che dovrebbero rimanere chiusi.




La loro apertura è concessa soltanto in alcuni casi, permettendo l’entrata solo a determinati veicoli che devono svolgere alcuni lavori all’interno di quest’area. Proprio per limitare l’accesso ai soli automezzi che siano provvisti di permesso, questi cancelli sono chiusi con degli appositi lucchetti.




La situazione, però, non è come dovrebbe essere ed i cancelli sono stati attualmente “liberati” dai loro lucchetti.



Il servizio completo domani 13 febbraio sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl