you reporter

Lendinara

Abbattimento della Tari per chi adotta un cucciolo

I tre bandi approvati dalla giunta comunale di Lendinara per abbattere le tasse.

comune lendinara.jpg

Il municipio di Lendinara

Approvati dalla giunta comunale tre bandi per l’agevolazione di Imu e Tari a favore di alcune categorie di cittadini. Ammonta a tremila euro la somma del fondo per l’abbattimento dell’Imu per l'incentivazione del “passaggio generazionale” in agricoltura. La legge, precisa la delibera di giunta, dispone l’esenzione a partire dall’1 gennaio 2016 dall’Imu per i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali.

Questa agevolazione, però, esclude i proprietari non più coltivatori diretti o gli imprenditori agricoli professionali ritirati dal lavoro ma che hanno concesso in locazione o in comodato i terreni ai figli, a loro volta coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali. E' proprio il passaggio generazionale che l’amministrazione intende promuovere, come una delle “migliori manifestazioni di dinamismo imprenditoriale che può comportare solo benefici per la comunità lendinarese attivando un volano di sviluppo anche per le attività terziarie e di filiera”, dedicando parte del bilancio ad abbattere l’Imu in questi contesti.

Anche la Tari registra due bandi, il primo dei quali per l'erogazione del fondo di ristoro per i pubblici esercizi nell’ambito della ristorazione. “Nel corso del 2014 questa amministrazione comunale ha inteso sviluppare una progettualità di marketing turistico definita Il paniere di Lendinara”, che mira a realizzare attraverso una valorizzazione del territorio una vetrina dei caratteri maggiormente rappresentativi della città. Nell’ottica della città ospitale, prosegue la delibera, è compreso il miglioramento dei servizi offerti al pubblico anche da soggetti privati che operino nell’ambito della ristorazione, che sono però stati penalizzati dall’applicazione del metodo normalizzato per la Tari. Cinquemila euro, quindi, sono stati stanziati come aiuto a questo tipo di attività produttive, che saranno distribuiti ai richiedenti.

Il secondo abbattimento della Tari è previsto, per un finanziamento complessivo di mille euro, per i cittadini lendinaresi che adottino un cane dal canile intercomunale. L’amministrazione, precisa la delibera, “si impegna a promuovere la cura e la presenza nel proprio territorio degli animali, quale elemento fondamentale e indispensabile dell’ambiente, e individua nella tutela degli animali un utile strumento finalizzato al rispetto ed alla tolleranza verso tutti gli esseri viventi e in particolare verso le specie più deboli”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl