you reporter

Rovigo

Arrestati i predoni delle chiese

I ladri che rubavano nelle chiese non hanno agito solo in Polesine, ma anche a Venezia, Verona e in alcune zone del Friuli

Ladri singolari, che rubavano nelle chiese e che hanno agito non solo in Polesine, ma anche a Venezia, Verona e in alcune zone del Friuli. Denunciati a piede libero per furto aggravato tre persone di origine rumena, pregiudicati, responsabili del colpo messo a segno nel dicembre del 2016 nel santuario del Pilastrello, a Lendinara. Per due volte, di notte, avevano tentato di rubate mobili e soldi dei fedeli custoditi nella teca della Madonna nera, senza riuscirci.

Così hanno deciso di entrare in azione di giorno: sono entrati di mattina e si sono seduti facendo finta di pregare. A un certo punto si sono nascosti in attesa che la chiesa chiudesse, e una volta rimasti dentro, indisturbati, hanno sfondato la teca riuscendo a rubare circa 15mila euro di monili. Poi, sono riusciti a fuggire dal santuario segando il catenaccio della porta d'ingresso.

Ad agire tre persone, residenti a Pisa, che si muovevano solo per mettere a segno dei furti nei santuari, non risparmiando anche abitazioni privati. Le attente indagini dei carabinieri di Lendinara, coadiuvati dal comando provinciale di Rovigo, hanno permesso di rintracciare e denunciare i tra malviventi: indagini che si sono avvalse anche delle registrazioni delle telecamere di video sorveglianza non solo dei santuari, ma anche di quelle pubbliche e di abitazioni private.

Dopo aver scoperto i responsabili del furto, i militari sono riusciti a risalire a tutti i colpi messi a segno in quasi tutto il Nord Est. La refurtiva non è mai stata trovata ma sotto sequestro sono finiti tutti i grossi attrezzi da scasso utilizzati dalla banda.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl