you reporter

Il processo

Cliente "truffato" per mezzo milione, ex direttore di banca finisce nei guai

Secondo la denuncia, il bancario - un lendinarese di 41 anni - avrebbe fatto sottoscrivere i contratti senza avvisare del rischio che il cliente stava correndo

Cliente "truffato" per mezzo milione, ex direttore di banca finisce nei guai

Si è ritrovato azionista di una banca praticamente "a sua insaputa", senza alcuna possibilità di vendere le azione e di rientrare dall'investimento. Senza contare che poi la banca non è finita per niente bene,. e il suo investimento si è praticamente volatilizzato.

Il tutto a causa di un contratto che prevedeva che la possibilità che i suoi fondi venissero convertiti in azioni della banca.

Per la cronaca parliamo di Veneto Banca, uno degli istituti di credito finiti al centro della bufera finanziaria dello scorso annno. 

E lui, il cliente, si è rivolto al tribunale di Padova accusando il direttore della filiale, un lendinarese di 41 anni che all'epoca dirigeva gli sportelli in un comune della bassa padovana, di truffa e di falso in scrittura privata.

A carico del bancario si è aperto ieri il processo. Secondo l'accusa, infatti, l’operazione di investimento sarebbe stata falsata sia da una esposizione dei fatti non aderente alla realtà, sia dalla falsa sottoscrizione di alcuni documenti.

Di certo si stava parlando di un investimento a rischio che, a sentire il cliente, non gli era stato in alcun modo prospettato come tale. Un investimento, tra l'altro, nell'ordine di mezzo milione di euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl