you reporter

Dramma

Bimbo infilzato nella punta acuminata di un cancello

Un autentico dramma: per caricarlo in ambulanza i vigili del fuoco hanno dovuto segare la sbarra di metallo. Poi è stato liberato in ospedale. Se la caverà.

Bimbo  infilzato nella punta acuminata di un cancello

Foto grazie al Mattino di Padova

Una scena straziante e drammatica.

Un bambino, che era appena uscito con i genitori da una pizzeria di Masi, proprio sul confine fra il Polesine la Bassa Padovana, mentre camminava sul marciapiede è caduto sulla recinzione di una casa privata  ed è rimasto infilzato con la mano in una punta acuminata.

Come racconta Il Mattono di Padova, alle sue urla di dolore sono seguiti momenti di autentico panico. I genitori, residenti a Terrazzo, nel veronese, hanno immediatamente chiamato il 118, ma neppure i sanitari sono riusciti a liberare il piccolo.

A quel punto, mentre il bimbo continuava a sanguinare e da urlare, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco che hanno tagliato il paletto di ferro e il piccolo è stato trasportato d'urgenza in ospedale, con la punta di ferro ancora infilata nella mano.  

Solo una volta al pronto soccorso, i medici sono riusciti ad estrarre il ferro e mettere in cura il piccolo per la profonda ferita.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl