you reporter

LUSIA

La nuova vita di torre Morosini

Ecco il piano di valorizzazione storico-culturale per l’unica “superstite” del Medioevo

La nuova vita di torre Morosini

Arriva l’impegno di spesa e l’affidamento dell’incarico alla ditta Spazio Verde Srl di Padova per la redazione del progetto esecutivo dei lavori di valorizzazione storico culturale del territorio mediante intervento di recupero della torre Morosini di Lusia.

Il progetto era stato presentato nell’ultima seduta del consiglio comunale, grazie alla collaborazione del Gal Polesine Adige per dare luce al territorio.

La torre è l’unica superstite dal Medioevo del castello estense di Lusia, abitata fino al 1983. Alta 22 metri, si sviluppa su tre piani collegati tramite una scala a chiocciola di marmo composta da 128 gradini, e un coronamento con merlatura.

La bellezza e l’importanza storica di questo edificio saranno sottolineati da interventi di restauro conservativo e dalla ristrutturazione interna in modo da renderla accessibile al pubblico. La spesa complessiva è di 140mila euro, di cui 108mila finanziati con fondi europei e 32mila con avanzo di amministrazione.

L’amministrazione ha programmato di sistemare la copertura, risanare all’interno i locali, sostituire porte ed infissi, ammodernare gli apparati illuminanti interni, rifare il quadro elettrico e l’impianto elettrico generale, completare l’impianto termico, realizzare sistemi di videosorveglianza anti intrusione ed antincendio e l’illuminazione dell’area esterna per migliorarne la visibilità. Per l’intervento erano state invitate a presentare il progetto entro il 22 ottobre due ditte, Spazio Verde srl di Padova e Terra Consulting srl di Adria.

A vincere la prima ditta, con un progetto di quasi 13mila euro, duecento in meno dell’altra società. A lei quindi è stato affidato il progetto per la somma complessiva ivata di quasi 16mila euro. L’intervento si inserisce all’interno delle ultime variazioni di bilancio che consentiranno di dare il via alla realizzazione di nuove opere pubbliche, grazie al via libera della Corte Costituzionale per utilizzare l’avanzo di amministrazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl