you reporter

L’iniziativa

Le aree verdi cercano volontari

In cambio il comune concederà di apporre cartelli pubblicitari senza applicare l’imposta

Le aree verdi cercano volontari

Il Comune è alla ricerca di nuovi sponsor per le aree verdi. Facendo seguito a quanto annunciato nelle scorse settimane dall’assessore all’ambiente Stefano Segantin, gli uffici di piazza Vittorio Emanuele II hanno infatti lanciato un appello rivolto a tutti i privati che vorranno prendersi cura di una o più aree verdi di proprietà comunale.

Si tratta di un’iniziativa che mira al miglioramento della qualità del verde pubblico attraverso la ricerca e l’individuazione di associazioni, imprese o cooperative disposti a valorizzare e curare a proprie spese le aree in questione, in cambio di un ritorno pubblicitario e di immagine. Le zone verdi da “adottare” sono quelle della rotatoria di via Martiri di Villamarzana in prossimità degli impianti sportivi, della rotatoria di via Martiri di Villamarzana all’incrocio con via Calà Forca e via Rettilineo, le aiuole all’incrocio di via Cà Mignola Nuova e via Dell’Industria ed i cigli stradali e i fossati che si trovano nel tratto di via Cà Mignola Nuova compreso tra le ex acciaierie ed il confine con Lendinara.

“I soggetti interessati - si legge nell’avviso - potranno anche proporre di adottare delle aree a verde non comprese nell’elenco purché di proprietà comunale”. Chi vorrà proporsi dovrà compilare la domanda relativa alla proposta di sponsorizzazione, a cui dovrà seguire la sottoscrizione di una convenzione. In cambio, il Comune concederà di apporre cartelli pubblicitari nell’area senza applicare l’imposta sulla pubblicità. “Le aree verdi dovranno essere conservate nelle migliori condizioni di manutenzione - continua la nota comunale - evitando di arrecare danni alle alberature e alle strutture esistenti e con la massima diligenza, per il miglioramento del verde e per la salvaguardia della salute ed igiene pubblica. Le opere di manutenzione delle aree verdi dovranno consistere nel taglio dell'erba, concimazione, irrigazione, trattamenti contro infestanti, potature. Si dovranno comunque privilegiare le soluzioni che prevedono l'utilizzo del verde ornamentale, piantumazione di arbusti e fiori oltre all'inserimento di altri elementi di arredo”.

Tra gli aspetti messi nero su bianco dal Comune c’è pure la durata della convenzione, la quale è stata fissata a tre anni eventualmente rinnovabili. Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 6 maggio anche se, nel caso in cui alcune aree non fossero ancora state “adottate”, si valuteranno anche proposte giunte dopo la data indicata.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl