you reporter

Badia Polesine

Il festival vegan è pronto al via

Presentato “Vegeto e Vivo”, in programma dal 13 al 16 giugno alla Vangadizza.

Il festival vegan è pronto al via

Presentato il programma di Vegeto e Vivo, il festival vegan-vegetariano pronto a sbarcare per la prima volta a Badia Polesine. Dopo le prime edizioni di Lusia, luogo natale del festival, e di Arquà Polesine dello scorso anno, anche Badia è pronta a “tingersi di verde”. Dal 13 al 16 giugno prossimi, sarà l’abbazia della Vangadizza ad ospitare la quinta edizione dell’evento volto a valorizzare e far conoscere l’alimentazione e lo stile di vita vegano e vegetariano.

“Credo che questo sia un importante momento di riflessione sul tema dello stile di vita, legato al benessere a 360 gradi - sono state le parole del sindaco Giovanni Rossi al momento della presentazione del festival in sala consiliare - Mi fa piacere che siano state scelte Badia e la location suggestiva dell’abbazia”. “Dopo le prime edizioni nel nostro Comune - ha aggiunto il sindaco di Lusia Luca Prando - abbiamo pensato che era giusto portare il festival direttamente ai consumatori. Un plauso va alla collaborazione tra comuni, uniti nel condividere le peculiarità del territorio”. La presidente della Pro loco di Lusia Marilena Marchetto ha invece posto l’accento sulle varie sfaccettature del festival, che vanno dalla valorizzazione dei prodotti del territorio alla promozione del benessere, che non comprende solo l’alimentazione ma anche la conoscenza di sé.

Il presidente della Pro loco badiese Giuseppe Romani ha individuato nel festival un’occasione per valorizzare la città ed i suoi monumenti, mentre è confermata la collaborazione del comitato biblioteca e del Sodalizio Vangadiciense tramite i rappresentanti Annalisa Marini e Paolo Aguzzoni. A dare il loro supporto alla manifestazione c’erano anche il presidente di Gal Adige Alberto Faccioli e Monica Maggiolo del mercato ortofrutticolo di Lusia.

Il festival sarà inaugurato alle 19,30 di giovedì prossimo alla presenza delle autorità locali. Tutti i giorni alle 20, e la domenica anche alle 12,30, sarà attiva un’area ristorante vegano/vegetariano. Durante i quattro giorni di festival si alterneranno conferenze, workshop, spettacoli musicali e lezioni di yoga, tutto ad ingresso libero. In sala Soffiantini sarà allestita la mostra “Sguardi e pensieri delle nostre radici - Emozioni del territorio” ed inoltre, nella giornata di domenica 16, sarà possibile usufruire di visite guidate all’abbazia della Vangadizza e all’archivio “Guido Mora” del Sodalizio Vangadiciense alle 16,30 e alle 19.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl