you reporter

Cavarzere

Parisotto: “Fusione, Sinistra Italiana la porti in consiglio”

Il capogruppo di Lista Tricolore: "Troverete tutta la minoranza compatta e favorevole su questo tema”

Parisotto: “Fusione, Sinistra Italiana la porti in consiglio”

Pier Luigi Parisotto

“Se la segreteria cavarzerana di Sinistra Italiana è favorevole alla fusione è il momento che inviti i propri consiglieri e assessori a portare in consiglio comunale l’argomento: troverà una minoranza compatta e favorevole”. Pier Luigi Parisotto, capogruppo di Lista Tricolore, ritorna a parlare della fusione tra Cavarzere e Cona. E lo fa tentando di riportare la discussione in aula. “Mi dispiace profondamente vedere maltrattato e sminuito sui social questo argomento così importante e determinante per entrambi i comuni - le sue parole - spiace che ex consiglieri di Sinistra ecologia e libertà, in particolare Romano Angelo Garbin, particolarmente esperti e navigati, abbiano preferito discutere del tema fusione in maniera sbrigativa su Facebook con poche frasi, cercando di dare un po’ di colpa ad entrambi i sindaci. Ma quel che è peggio, dando per persa questa unica grossa opportunità, la fusione, per i due comuni”.

“Sinistra Italiana è uno dei pochi partiti realmente esistente a Cavarzere, in maggioranza con tre consiglieri comunali sugli undici, di cui uno assessore di lungo corso, Heidi Crocco - prosegue Parisotto - dopo averne discusso in partito e accertato che il sindaco Tommasi con la sua giunta avevano commesso l’errore di non cogliere questa opportunità, mi chiedo perché non riportino l’argomento in aula”.

“Il percorso di fusione è stato caldeggiato e proposto dalla Camera di commercio di Venezia con al seguito tutte le associazioni di categoria - ricorda il capogruppo di Lista Tricolore - quando fu presentato in aprile scorso lo studio di fusione ai sindaci, in modo ufficiale. Poi fu la volta di Confindustria Venezia, sempre con le associazioni di categoria, questa volta in un incontro pubblico, dove parteciparono tutti, dalle associazioni ai sindacati fino ai cittadini. Ma soprattutto il vicepresidente della regione, Gianluca Forcolin, che spingeva per questa soluzione”. “L’unico titubante se non contrario, e i fatti lo confermano, era e resta il sindaco Tommasi, mentre il collega di Cona, Panfilio, era ed è favorevole - sottolinea Parisotto - è tempo e ora che questo argomento torni velocemente nell’agenda consigliare, per essere discusso in ogni suo aspetto. Dopo la scadenza di giugno scorso, per poter eventualmente realizzare il nuovo comune in primavera 2019, non perdiamo la prossima: il percorso è solo rinviato, pertanto può proseguire”.

“Per cui un po’ di serietà da parte dei dirigenti di Sinistra Italiana - conclude con un invito Parisotto - fate in modo che i vostri consiglieri e assessori al più presto portino l’argomento in consiglio comunale. Troverete una minoranza pronta a dialogare, a partire dal sottoscritto e dal mio collega Maurizio Braga, che sin dalla campagna elettorale del giugno 2016 abbiamo creduto in questo tema, inserendolo nel nostro programma, quando nessuno degli attuali consiglieri di maggioranza e opposizione ci credeva”.

“Tutta la minoranza è favorevole, se anche i tre consiglieri di Sinistra Italiana lo sono, sono convinto che altri consiglieri si aggiungeranno - chiosa Parisotto - i gravi problemi che incombono su Cavarzere potrebbero essere risolti con questa scelta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl