you reporter

Carabinieri

Arrestata la banda dei nomadi

I tre fratelli di origine sinti residenti a Cavarzere accusati di venti furti in auto

Arrestata la banda Hudorovic

Venti furti a veicoli in sosta tra le province di Padova, Venezia, Rovigo e Ferrara, con un bottino totale intorno ai 30mila euro. Sono finiti in manette, grazie alle indagini dei carabinieri della compagnia di Piove di Sacco, coordinati dalla Procura di Venezia tre fratelli pregiudicati, appartenenti ad una storica famiglia di sinti presenti nel territorio. Simone Hudorovich, 32enne residente a Cavarzere, è finito in carcere a Venezia mentre per i fratelli, M. H. di 30 anni di Cavarzere e L. H. di 28 anni di Padova, è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nei comuni di residenza.

Dovranno rispondere anche di indebito utilizzo di carte bancomat. Il modus operandi era sempre lo stesso: girovagando, individuavano i mezzi da prendere di mira. Tra i preferiti quelli parcheggiati in aree isolate, specie in campagna e lungo gli argini. In questo caso forzavano le serrature o infrangevano i finestrini. Nel caso delle aree di servizio invece, approfittavano dei veicoli che i proprietari lasciavano aperti e incostuditi per qualche minuto, portando via tutto ciò che trovavano: borse, portafogli, telefoni cellulari, documenti d’identità e carte bancomat, peraltro utilizzate in due occasioni per effettuare dei prelievi. I furti di cui sono accusati i tre fratelli sono relativi al periodo intercorso tra l’aprile e l’ottobre dello scorso anno ma la loro attività non si è di certo fermata. A settembre, infatti i carabinieri di Piove di Sacco, dopo un inseguimento in auto in pieno giorno, avevano fermato a Codevigo proprio Simone Hudorovich e il fratello M. H. (finiti poi ai domiciliari), oltre a una complice.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl