you reporter

Musica

Premio Venezia, il vincitore al Serafin

Gabriele Srata, padovano classe 1999, si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento e grazie alla pianista Masiero suonerà a Cavarzere

Premio Venezia, il vincitore al Serafin

Serata scintillante, giovedì scorso, al Gran Teatro La Fenice per la finale della XXXV edizione del Premio Venezia. Un evento di grande spessore culturale che si è presentato quanto mai importante anche per la città di Cavarzere in quanto, grazie all’interessamento della pianista Stefania Masiero e al prezioso apporto dell’assessorato alla Cultura, il vincitore del premio potrà mostrare tutta la sua bravura esibendosi prossimamente sul palcoscenico del teatro “Tullio Serafin”.

Il Premio Venezia è ormai uno dei punti di riferimento per i giovani pianisti del panorama italiano e, grazie a un numero di partecipanti in costante crescita, insieme alla riconosciuta qualità delle esecuzioni, che si attesta in generale a livelli altissimi, rafforza di anno in anno il suo prestigio. Questa sua centralità, consolidatasi nel tempo, nasce in gran parte dalla formula adottata dalla Fondazione Amici della Fenice che, guidata dalla sua infaticabile presidente Barbara di Valmarana, riserva il concorso unicamente ai migliori diplomati a livello nazionale, rivolgendosi dunque a ragazzi che affrontano per la prima volta la difficile carriera concertistica.

Come nelle passate edizioni, il prestigioso palcoscenico della Fenice ha visto confrontarsi i due finalisti Giorgio Trione Bartoli, classe 1996,e Gabriele Strata, classe 1999, entrambi diplomatisi a pieni voti con lode e menzione d’onore rispettivamente presso il conservatorio Niccolò Piccinni di Bari e il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza. Le loro esibizioni, su brani di Prokof’ev e Chopin, si sono rivelate intense e coinvolgenti sia sul piano tecnico che emotivo e si sono concluse con gli scroscianti applausi di un pubblico attento e musicalmente preparato qual è quello del premio Venezia. C’è da immaginare che la giuria si sia trovata in difficoltà a prendere una decisione la quale ha infine visto prevalere la brillante prova del padovano Gabriele Strata. E sarà dunque quest’ultimo che delizierà i cavarzerani nel piccolo, ma prezioso, teatro “Tullio Serafin”. Felice e soddisfatta anche Stefania Masiero che curerà l’organizzazione di questo attesissimo concerto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl