you reporter

Cavarzere

Grande folla per ricordare Maila

Inaugurata la simbolica panchina gialla

Una grande folla è arrivata all’abitazione di Maila Beccarello, la ragazza massacrata di botte dal compagno Natalino Boscolo Zemello.

L’invito per questa marcia era esteso a tutti i comuni del Delta e limitrofi di Cavarzere, per sostenere questa buona causa e ricordare per sempre Maila.

Hanno partecipato il sindaco di Rosolina Franco Vitale, il sindaco di Adria Omar Barbierato e il consigliere Massimo Barbujani, il sindaco di Pettorazza Gianluca Bernardinello, il consigliere Valentina Bovolenta di Corbola, l’assessore Maura Anostini di Ariano nel Polesine e assessore Federico Vendemmiati di Porto Tolle. Decine di persone si sono prima fermate davanti alla casa, dove è stato consumato quell’orrendo femminicidio, per poi passare ai giardini di via Tullio Serafin (fronte Aliper), dove è stata poggiata una panchina gialla in onore di Maila.

Il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi spiega: “Credo che questa sia una giornata importante per ricordare una ragazza tragicamente uccisa e alla quale dedichiamo questa panchina gialla in sua memoria, per ricordare quello che è successo e non dimenticarlo mai. Non dobbiamo fermarci a pensare che sia solo un giorno o un periodo quello in cui c’è da riflettere contro la violenza sulle donne, ma ogni giorno deve essere importante per capire” dichiara.

Sulla "Voce" di domenica 24 marzo l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl