you reporter

Morì in moto sulla Romea, assolto il camperista

Porto Tolle

98461

Federico Laurenti

Era morto sulla sua amata moto, Federico Laurenti, quando il 16 luglio 2014 si schiantò contro un camper lungo la Romea.



Oggi, 12 gennaio, si è chiuso con l’assoluzione per l’autista del camper, Alfonso Corallo, pastore protestante, il processo per omicidio colposo.



Il camper era diretto alla pista di go kart di Pomposa insieme ai due figli: uno di 12 anni, l’altra di 9. Nello schianto era rimasto gravemente ferito anche il ragazzino, che quel giorno avrebbe dovuto disputare una gara a bordo del proprio go kart.




La morte di Federico aveva sconvolto Porto Tolle e l’intero Delta. Il tribunale di Ferrara dove era in corso il processo a carico del 67enne autista del camper ha scagionato il pastore protestante che imboccando la Romea aveva incontrato la Yamaha che procedeva a circa 85 chilometri orari su un limite di 70 e rispetto a una velocità consigliata di 45, vista la colonna di auto.



Sarebbe stato proprio il tentativo di superare a destra le macchine in fila a rendere inevitabile la collisione con il camper.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Acquevenete assume 10 persone
SOCIETA’ PARTECIPATE

Acquevenete assume 10 persone

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl