you reporter

Il Po comincia a preoccupare

Adria

Preoccupa l’attuale situazione del Po, cresciuto di ben 2 metri in sole 24 ore.


Il maltempo regna sovrano in tutta Italia, anche al Sud, dove nei giorni scorsi si erano raggiunti picchi di temperature a 20 gradi, ma le situazioni più precarie interessano il Nord, dove solo ieri le abbondanti precipitazioni hanno subito un lieve decremento locale.


Nonostante ciò, dal Piemonte al Veneto l’allerta meteo permane, visti i dati registrati dall’Aipo nelle ultime 24 ore, che segnalano un’evidente crescita della profondità del Po anche tra lunedì 12 marzo e ieri, martedì 13 marzo.


La differenza di valori registrati nelle ultime 24 ore oscillano tra un minimo di +018 cm a Cavanella Po e i +236 cm di Borgoforte, in provincia di Mantova. Si è registrata una differenza di +210 cm anche a Polesine Parmense, in provincia di Parma, e un +233 cm alla Foce del Mincio. Più contenuta la crescita rilevata a Bottrighe (+020 cm) e a Papozze (+043).


“L’aumento del livello del principale fiume italiano risulta significativo delle criticità registrate in molti corsi d’acqua e torrenti”, così aveva sostenuto ad inizio settimana Coldiretti, che aveva compiuto un monitoraggio nella mattinata di lunedì al Ponte della Becca (in provincia di Pavia, alla confluenza del Ticino nel Po).


Sulla "Voce" di mercoledì 14 marzo l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl