you reporter

Pesca, i distretti che funzionano

Albarella

delta.jpg
Il distretto ittico di Rovigo e Chioggia è una realtà tra le più vitali della Regione Veneto, conta oltre 2500 imprese per un totale di 8.500 addetti. Perseguendo l’obiettivo dell’internazionalizzazione attraverso la promozione del “made in Italy” e della qualità, si propone come uno dei motori del sistema Italia. Il distretto ittico di Rovigo e Chioggia organizza un evento di incoming, per gli operatori del settore ittico e della trasformazione alimentare del pescato.



Da giovedì 22 a sabato 24 marzo saranno ospitati all’isola di Albarella 20 buyers provenienti da Romania, Polonia, Croazia e Slovenia, che durante tutta la giornata di venerdì 23 incontreranno aziende del Polesine e del veneziano. I buyers stranieri invitati sono operatori della grande distribuzione con un interesse per il pescato fresco e per il trasformato: tutti i tipi di prodotti ittici con fatturati che vanno dai quattro ai 70 milioni di euro.



Il distretto ittico di Rovigo e Chioggia può contare su una grande varietà di specializzazioni produttive che ne fanno un “settore a chilometri zero”, dove il pescato viene in parte trasformato nelle immediate vicinanze, in parte venduto fresco grazie ad una logistica ben organizzata.
L’incontro vuole essere una occasione preziosa per conoscere un distretto produttivo tra i più importanti a livello nazionale dal punto di vista quantitativo e qualitativo, una realtà che coinvolge territori - la fascia costiera del Polesine e il comune di Chioggia – caratterizzati da un patrimonio naturale di inestimabile e riconosciuto valore.

Il servizio completo sulla Voce in edicola il 16 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl