you reporter

Avis, donazioni in calo in Polesine

Porto Tolle

117868
Donazioni in calo, ma è un trend diffuso in tutto il Veneto.


Si è svolta sabato a Porto Tolle la 53esima assemblea dell’Avis provinciale. Dopo l’accoglienza da parte del presidente locale Arnaldo Gabrielli, Barbara Garbellini ha dato l’avvio ai lavori.


Per Avis regionale presente il vice-presidente vicario Roberto Sartori. Tutte le 53 Avis comunali erano rappresentate dai propri delegati. Nella propria relazione, presentata ai delegati e ai presidenti polesani e di Boara Pisani, Garbellini ha affermato che le è stata data la possibilità di rappresentare un’associazione grande e importante, grazie anche alla collaborazione ed al rapporto di fiducia reciproca che si è creato con tutti i componenti del consiglio provinciale ed i rappresentanti delle Avis territoriali.


Il suo primo pensiero è stato dedicato a tutti i volontari che operano. Fra le varie attività menzionate, la presidente si è soffermata sulla collaborazione avviata con Avis Ferrara e la polizia penitenziaria del carcere di Rovigo. Barbara Garbellini ha spiegato che i nuovi donatori iscritti sono stati 642, le donazioni di sangue intero 15.505, 2.168 di plasma e 44 di multicomponenti; i soci al 31 dicembre erano 10.506 di cui 10.184 i donatori effettivi. Riflettendo sui dati si nota un calo delle donazioni di oltre 800 sacche rispetto l'anno precedente, un trend non solo a livello polesano ma riscontrato in tutto il Veneto.


Sulla "Voce" di martedì 27 marzo l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl