you reporter

Miele del Delta: un dolce alleato del benessere

Dall'alveare alla tavola

111977
Il miele è un prodotto che non dovrebbe mai mancare nella nostra dispensa, per la varietà dei suoi usi e i benefici che porta con sé.
Molti ne vanno ghiotti (chiedete un parere ai bambini) e lo consumano quotidianamente nello yogurt a colazione o come dolcificante nel latte e nel caffè ad esempio, ma i suoi impieghi sono molteplici e vanno dal settore alimentare a quello della cura della bellezza.



Il miele del Delta non è solo un prodotto tipico del basso Polesine ma è divenuto una vera e propria etichetta commerciale, che sta riscuotendo un successo crescente nel mercato nazionale. Il clima, la vegetazione e la salinità dell'aria rendono il sapore di questo miele assai speciale e, in particolare, nell'area del Polesine vengono prodotti differenti tipologie di miele: il millefiori e l’acacia sono i più comuni della provincia di Rovigo, ma è possibile reperirne anche particolari tipologie, come quello di erba medica, di melone, di radicchio e di girasole, nelle aree del delta del Po, quelli di tiglio e castagno invece sono tipici delle zone dell’entroterra.



La storia

Il miele ha una storia antica, che risale a 2.600 anni prima di Cristo. Le Sacre Scritture, Varrone, Columella, Plinio il Giovane e Virgilio ne parlano e ciò che accomuna tutti questi documenti storici è il valore alimentare e terapeutico che è da sempre attribuito al miele.
Gli antichi Egizi fabbricavano arnie di argilla e sin dai tempi più remoti l'uomo è diventato apicoltore, anche se le api non sono mai state veramente addomesticate. Durante il Medioevo il sistema in uso per l'apicoltura era la tradizionale arnia fatta di trecce di paglia, che si poneva nella cavità di un muro per far sì che non si bagnasse o che venisse portata via dal vento.



Proprietà

Molti tipi di miele contengono notevoli quantità di perossido di idrogeno, cioè di acqua ossigenata, la stessa che si usa di solito per disinfettare le ferite. Le alte temperature cui viene sottoposto il miele durante la pastorizzazione neutralizzano alcune sostanze benefiche: per ottenere il massimo effetto battericida, l'ideale è il miele grezzo, non trattato. Alimento energetico e facilmente digeribile, contiene: enzimi, vitamine, oligominerali, sostanze antibiotico-simili e sostanze che possono favorire i processi di accrescimento.



Benefici

Una delle più importanti funzioni del miele è quella antibatterica e antibiotica. Oltre a fermare le infezioni superficiali, il miele attenua i sintomi delle ulcere gastriche ed è utilizzato per il trattamento della diarrea, anche nei più piccoli. Il miele è poi efficace contro la stipsi, poiché contiene grandi quantità di fruttosio, zucchero capace di arrivare nell'intestino crasso senza essere stato digerito. Il fruttosio inoltre conferisce un potere dolcificante particolare e un prolungato effetto energetico perché, mentre il glucosio viene bruciato immediatamente, il fruttosio è dotato di proprietà emollienti grazie alle quali resta “disponibile” per il fisico più a lungo.



A seconda del tipo di miele cambiano anche le proprietà terapeutiche: il miele di acacia agisce positivamente sull'apparato digerente, il miele di bosco è indicato negli stati influenzali, il miele di arancio ha proprietà cicatrizzanti, il miele di girasole è antinevralgico, febbrifugo, consigliato contro il colesterolo. Ancora, il miele di erica è ad azione antireumatica, antianemica, il miele di tiglio seda i dolori mestruali, è calmante, diuretico e digestivo, mentre il miele millefiori ha azione disintossicante sul fegato.



In cucina

Da sempre il miele è una valida alternativa allo zucchero. Di colorazioni e aromi diversi, il suo impiego ha mille sfaccettature: utilizzato in cucina negli impasti, genera la reazione di Maillard,inumidisce al meglio dolci e torte (grazie alla presenza elevata di fruttosio) e ne garantisce una più lunga conservazione; utilizzato a crudo, invece, regala tutto il suo aroma e la sua essenza soprattutto in abbinamento (o contrasto) a determinati alimenti, come ad esempio i formaggi.



[right][i]Federica Viscusi[/i][/right]

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl