you reporter

Un'arancia al giorno...per mantenersi giovani e in salute

Dall'orto alla tavola

113335
Un’arancia al giorno toglie il medico di torno… forse il detto non è esattamente questo? Eppure dovrebbe! Dolci, profumate e ricchissime di proprietà, le arance sono le nostre principali alleate di benessere nei mesi invernali.



Con il suo profumo senza eguali, un’arancia è capace di trasportarci tra gli agrumeti della Sicilia, e il suo sapore inconfondibile sa farci sentire il potere benefico del sole anche nelle più fredde giornate invernali. L’arancia è un frutto immancabile sulle tavole invernali italiane e farne il pieno nella stagione fredda è un modo efficace per prevenire i malanni tipici di stagione e preservarci dall’invecchiamento cellulare e cognitivo.



Fiore all’occhiello dell’agricoltura del nostro Paese, l’arancia rossa di Sicilia è Igp dal 1996, infatti oggi la produzione italiana si concentra totalmente nelle regioni meridionali e il primato assoluto spetta alla Sicilia, dove è concentrato ben il 62% degli ettari di terreno destinati all'arancicoltura.



Storia:

Originario della Cina e del sud-est asiatico, questo frutto invernale sarebbe stato importato in Europa solo nel XIV secolo da marinai portoghesi. Non è dunque un caso che nei secoli passati a volte l’arancia venisse chiamata portogallo e che in alcune lingue questo frutto mantenga un nome simile (portocali in greco, portokall in albanese e burtuqal in arabo, ad esempio). La parola arancia come noi la conosciamo invece deriva dal persiano narang, cioè frutto favorito degli elefanti.



Varietà:

Esistono diverse centinaia di varietà di arance, che principalmente possono essere divise in frutti a polpa rossa (es. Sanguinello, Tarocco) e a polpa bionda (es. Navelina, Biondo comun).
Alcune varietà presentano una buccia spessa e sono molto adatte al consumo fresco, mentre le arance dalla buccia più sottile sono in genere utilizzate per le spremute.



Un particolare tipo di arance è rappresentato dalle cosiddette arance ombelicate, che sono caratterizzate dalla presenza di un secondo frutto interno, piccolo e in stato formazione nella parte apicale dell’arancia stessa. Questo ombelico (detto navel) è presente nelle varietà Navelina, Washington Navel e altre.



Proprietà:

Le arance sono considerate dei frutti benefici per la salute soprattutto per la loro ricchezza di vitamina C che ci aiuterebbe nella prevenzione del raffreddore e dei malanni stagionali rafforzando il sistema immunitario. Per il loro contenuto di potassio le arance sono considerate benefiche per il cuore e la circolazione. Hanno proprietà antiossidanti, rinfrescanti e astringenti.



La loro ricchezza di fibre aiuta ad alleviare la stitichezza e inoltre stimola l’apparato digerente per aiutarlo nell’eliminazione delle tossine. Sono ricche di carotenoidi, delle sostanze che contribuiscono a proteggere gli occhi e la vista. Sono una fonte importante di vitamine e di sali minerali, infine, con il loro contenuto di vitamina C, contribuiscono a favorire l'assorbimento del ferro contenuto nei cibi vegetali.



Benefici
:

Per il loro contenuto di Vitamina C, le arance aumentano la resistenza del nostro corpo contro i vari agenti chimici, fisici e ambientali ostili, soprattutto d'inverno. Aumentando le difese immunitarie contro virus e batteri, prevengono i disturbi cardiovascolari e svolgono un'azione di antistress cellulare. Assicurano un controllo attivo contro i radicali acidi, che non sono altro che sostanze chimiche tossiche prodotte da un'errata alimentazione.



Se siete dei maniaci della rimozione delle pellicine bianche, tenete presente che le arance conviene mangiarle a spicchi, perché metà della pectina di un’arancia si trova nell’albedo, la parte bianca e spugnosa che riveste internamente la polpa spesso mal sopportata dai più. Inoltre, le arance presentano delle proprietà anticancro che aiutano soprattutto a contrastare alcuni tipi di tumori che possono interessare la pelle, i polmoni, il seno, lo stomaco e il colon.



Pare che le arance rallentino forme degenerative tumorali, grazie alla forte azione antiossidante esercitata nei confronti dei radicali liberi:recentemente i ricercatori della Cornell University a Ithaca, nello Stato di New York, hanno nutrito animali colpiti da tumori del fegato allo stadio iniziale con un estratto di succo di arancia concentrato. L’incidenza e la dimensione delle lesioni precancerose sono scese del 40%. Secondo uno studio condotto di recente in Gran Bretagna, bere succo d’arancia con costanza contribuirebbe a migliorare le funzioni cognitive degli over 65.



In cucina:

Gli utilizzi delle arance in cucina sono davvero numerosi, sia per quanto riguarda le ricette salate che dolci. Da una buona spremuta a colazione, per aromatizzare il risotto del pranzo, per profumare un dolce a merenda e per arricchire un’insalata a cena… dalla mattina alla sera le arance potrebbero far parte della nostra dieta quotidiana, non solo per i benefici sopra elencati, ma anche per il loro sapore e il loro profumo inconfondibile. La raccomandazione è di scegliere sempre arance non trattate, ancora meglio se biologiche o comunque proveniente da un coltivatore di fiducia.



[right][i]Federica Viscusi[/i][/right]

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl