you reporter

Adria

Coimpo, lo Spisal: Versato troppo acido solforico

"Versato troppo acido solforico rispetto al contenuto delle altre sostanze presenti nella vasca D". Così il tecnico dello Spisal al processo per le morti alla Coimpo.

Coimpo, lo Spisal: Versato troppo acido solforico

Al processo per le morti alla Coimpo, oggi sono stati sentiti i testi del pubblico ministero. In mattinata hanno testimoniato gli autisti dei camion che si occupavano di trasportare gli acidi necessari al trattamento dei fanghi che avveniva all'interno dello stabilimento. Nel pomeriggio è stato ascoltato il tecnico dello Spisal di Adria intervenuto per primo con i colleghi, sul luogo della tragedia. Molti i passaggi del suo lungo intervento. In uno di questi ha riferito: "E' stato versato troppo acido solforico rispetto al contenuto delle altre sostanze presenti nella vasca D. In sostanza, il dosaggio era superiore rispetto a quanto previsto dalla relazione tecnica presentata da chi gestiva la vasca stessa. Ne furono versate 28 tonnellate invece di 13".

Sul punto, la difesa sta preparando la replica in un processo che dovrà spiegare come sono andate le cose quella mattina del 22 settembre 2014.

Quel giorno, dentro lo stabilimento, a causa di una nube tossica sprigionatasi all'improvviso, persero la vita Nicolò Bellato, 28 anni, di Bellombra, impiegato di Coimpo; Paolo Valesella, 53 anni, di Adria, operaio Coimpo; Marco Berti, 47 anni, di Sant'Apollinare, dipendente Coimpo; Giuseppe Baldan, 48 anni, di Campolongo Maggiore, il camionista, che aveva trasportato l'acido e lo stava sversando nella vasca D.

E' una delle udienze del processo per omicidio colposo e per la violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, dopo quella tragedia. Gli imputati, a vario titolo e con diverse responsabilità, sono: Gianni Pagnin; Alessia Pagnin; Glenda Luise; Mauro Luise, direttore tecnico di Coimpo; Rossano Stocco, amministratore di Agribiofert; Mario Crepaldi, dipendente Coimpo; Michele Fiore, direttore tecnico di Agribiofert; Alberto Albertini.

Chiamati a rispondere di responsabilità amministrativa anche le due società, Coimpo e Agribiofert.

La prossima udienza si terrà il 9 aprile.

Il servizio sulla Voce del 5 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl