you reporter

Politica

Forza Italia punzecchia il sindaco e fa saltare la commissione

L’ennesimo capitolo della tensione in maggioranza per il rimpasto di giunta

Forza Italia punzecchia il sindaco e fa saltare la commissione

Forza Italia diserta i lavori della commissione consiliare, che così salta per mancanza del numero legale. Come aveva annunciato nella nota diffusa sabato scorso il gruppo rodigino di Fi ha mantenuto il proposito di non partecipare agli incontri dell’amministrazione comunale. Una sorta di Aventino interno per protestare contro il non ancora avvenuto completamento della giunta comunale. Un’altra punzecchiatura nei confronti del sindaco Massimo Bergamin.

E così ieri pomeriggio i due consiglieri forzisti della prima commissione, Giacomo Sguotti e Carmelo Sergi (iscritto a Fi ma del gruppo consiliare Obiettivo Rovigo) non si sono presentati alla riunione convocata alle 18 per affrontare l’argomento della variazione al bilancio, che sarà discusso dal consiglio comunale di martedì prossimo. E dato che mancavano anche altri componenti della commissione il numero legale non è stato raggiunto e la riunione è saltata. E non sarà più possibile convocarla prima del consiglio di martedì. le conseguenze operative sono minime, in quanto la variazione di bilancio approderà comunque all’esame dell’aula di palazzo Nodari anche senza il parere, non vincolante della commissione. Resta però il segnale politico che Forza Italia ha voluto mandare al sindaco. Come dire: detto, fatto. Il vero banco di prova però, sarà quello di martedì al consiglio comunale. In quell’occasione presenze e assenze conteranno davvero e senza una soluzione in grado di sbloccare questo stallo, si vedrà se Fi avrà la forza di andare fino in fondo nella sua protesta. E se tutte le anime forziste, che per ora sono allineate e coperte sotto gli indirizzi del commissario Piergiorgio Cortelazzo, nonostante punti di vista differenti, manterranno il punto.

Da tempo Forza Italia chiede al sindaco Massimo Bergamain un vertice di maggioranza per chiarire i rapporto e gli equilibri interni. Fi oltre a puntare sulla nomina di un vicesindaco appartenente al proprio partito, ha chiesto anche la possibilità di un nuovo ingresso in giunta, un nuovo assessore, in pratica. Il primo cittadino, da parte sua, l’altro giorno ha invitato il vertice forzista a indicare il nome per il ruolo di vicesindaco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl