you reporter

Ad Occhiobello

Ponte sul Po, fioriscono le alternative

In attesa dei vertici istituzionali spuntano le proposte di un traghetto che colleghi le due sponde e di un ponte di barche

117043

Ponte sul Po e chiusura al traffico ad Occhiobello. In attesa dei due vertici previsti per oggi (venerdì) a Bologna e Venezia, fioriscono una serie di proposte per cercare di alleviare i disagi che dal 19 maggio si abbatteranno sui cittadini delle due sponde del Po.

E così arriva l'idea di rimettere in funzione un traghetto che possa trasportare le persone da una parte e dall'altra del fiume. L'idea è lanciata da un consigliere comunale di Ferrara che avanza l'ipotesi di mettere in attività un mototraghetto della portata di 200 quintali per provvedere al trasporto di motociclette, biciclette e pedoni tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena. Secndo il consigliere il traghetto fino al 2005 faceva servizio pubblico sul Po, tra Berra e Villanova Marchesana, e sarebbe in perfetta efficienza e autorizzato a trasportare passeggeri, veicoli e merci. I veicoli potrebbero essere quelli di servizio o le ambulanze.

C'è poi chi propone di lasciare attiva, anche durante i lavori sul ponte di Occhiobello, la passerella pedonale, usata da pedoni e ciclisti, per consentire loro l'attraversamento del Po. C'è poi un imprenditore di Occhiobello, Ermanno Chieregatti, che arriva a lanciare l'idea di una struttura temporanea per far pronte al blocco del traffico, un ponte di barche realizzato dai militari, una struttura mobile come quelle che si utilizzavano in tempo di guerra o nelle emergenze durante le calamità naturali, per far passare bici e moto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl