you reporter

Degrado

Lo sfregio alla Rotonda è indelebile

Ipotesi clamorosa: potrebbe essere stato un residente, per “punire” le compagnie di giovani.

Lo sfregio alla Rotonda è indelebile

Il rischio maggiore è che quella macchia, lunga diversi metri, non si possa più cancellare. E che resti, indelebile, a sfregiare il marmo del muretto che corre attorno al giardino antistante il tempio della Rotonda, inaugurato soltanto poco più di sette anni fa.

Non sono bastate le piogge, infatti, a diluire il grande alone oleoso che da sabato scorso deturpa la piazza, diventata un gioiellino dopo il restyling di pochi anni fa. E del resto, come avrebbero potuto? La quantità di olio gettata sul muretto da un (ancora) anonimo incivile è stata davvero cospicua.

Intanto, continua l’attività di indagine per fare chiarezza su chi abbia compiuto quest’atto vandalico. Saranno vagliati, dunque, tutti i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona, per cercare di cogliere esattamente l’attimo in cui la sostanza oleosa, sabato, è stata rovesciata sopra al muretto. E dare dunque un’identità al vandalo, o ai vandali.

Con un’avvertenza. Spesso, quando si parla di piazza XX Settembre e degli episodi di vandalismo e di degrado che - troppo spesso - vi si verificano, si punta il dito verso le compagnie giovanili che, ormai da alcuni anni, sono solite darsi appuntamento nei dintorni della Rotonda. Ma non è detto che questa volta sia così. Anzi.

Al vaglio, infatti, c’è anche l’ipotesi che ad imbrattare il muretto non siano stati dei ragazzi. Ma - è il sospetto - qualche residente della zona. Forse proprio con la finalità di fare dispetto, o comunque di dissuadere, attraverso l’olio versato sul muretto, le compagnie dal continuare a frequentare la zona, usando proprio quel tratto di barriera in muratura come panchina. Insomma, un cittadino esasperato potrebbe aver deciso di “farsi giustizia da sè”.

Non capendo, però, che così facendo ha danneggiato - forse irremediabilmente - un patrimonio di tutta la città. Sfregiando uno dei suoi simboli. Un comportamento che non ha giustificazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl