you reporter

Adria

Ca' Emo: "Il sindaco non ci ricevette per i cattivi odori"

Continua la sfilata di testimoni per le morti alla Coimpo del 22 settembre 2014. Si parla ancora di odori: "Non era la porcilaia - ha detto un membro del comitato - io conosco il profumo dei maiali, sono nato in una famiglia di contadini".

Ca' Emo: "Il sindaco non ci ricevette per i cattivi odori"

“Prima del 22 settembre 2014 abbiamo più volte chiesto di essere ricevuti dal sindaco per parlare con lui dei cattivi odori che emanavano dalla Coimpo, ma non si è mai visto. Si vedeva solo quando c’era da mangiare”. Davanti al giudice Nicoletta Stefanutti, stamattina 18 aprile, un rappresentante del comitato Ca’ Emo ha parlato della puzza che rendeva invivibile la vita dei residenti della frazione.

Oltre all’omicidio colposo dei quattro operai che quel terribile 22 settembre morirono per la nube sprigionata dalla vasca D, la procura con il pm Sabrina Duò, che ha coordinato le indagini, ha ravvisato anche il reato ambientale di getto pericoloso di cose, nei confronti dei vertici di Coimpo e di Agribiofert e dei dirigenti delle due ditte.

Se stendevamo i panni dopo un’ora fuori dovevamo rimetterli in lavatrice - ha raccontato il titolare del mini market della frazione - e per anni i bambini non li abbiamo più portati fuori per la puzza in giro”.

Alla domanda del pm Duò, se l’uomo non si è mai chiesto se l’odore sprigionasse in realtà dalla vicina porcilaia, l’uomo non ha avuto dubbi, e ha anche strappato un sorriso al collegio degli avvocati e alla platea di residenti di Ca’ Emo e familiari delle quattro vittime. “Io provengo da una famiglia di contadini - ha detto - avevamo i maiali, sono cresciuto con i maiali. Il profumo, non la puzza, dei maiali lo riconosco. E quello non era odore di maiali, glielo assicuro”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl