you reporter

Occhiobello

Cieco accusato di violenza sessuale: assolto

Il Pm aveva chiesto una condanna a 7 anni per un non-vedente, accusato di violenza sessuale e poi assolto.

40127

E’ stato assolto dall’accusa di violenza sessuale e stalking ai danni della sua ex, un uomo di 59 anni di Occhiobello. Ieri la decisione del collegio del Tribunale di Rovigo, dopo che il Pubblico ministero aveva, invece, chiesto una condanna a sette anni. I fatti risalgono a una decina di anni fa, e a sporgere denuncia fu l’ex fidanzata, di quindici anni più giovane.

Nel corso dell’udienza è stato ascoltato l’ormai ex imputato, cieco dal 2008, difeso dall’avvocato Anna Osti, che ha raccontato la sua versione dei fatti: “È stata lei a lasciarmi perché diceva che avevo altre donne, ma il rapporto si era deteriorato nel tempo a causa della sua gelosia ossessiva. Lei venne a cercare lavoro nel mio ristorante - ha raccontato l’uomo - ma io non avevo bisogno di personale. Da quel giorno è venuta spesso a mangiare lì.

Un giorno mi regalò un cd, poi uno stereo per ascoltarlo e poi mi invitò a casa sua. Da quel momento iniziammo una relazione ma dopo sei mesi scoprii che aveva anche un fidanzato. Il nostro, alla fine, era un rapporto libero, ci iniziammo a vedere quando avevamo tempo e voglia a casa sua”. Concludendo: “Sono cieco dal 2008, la mia condizione non mi avrebbe permesso di fare le cose di cui la mia ex mi accusa”. Il collegio ha assolto l’uomo dalle accuse di violenza e stalking, mentre il reato di lesioni, sempre a suo carico, era andato in prescrizione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl