you reporter

Rovigo

Borella: "Che fastidio quei papiri per la città"

Vogliamo tutti l'università in città, ma quei papiri, "toglieteli dal mezzo". Il consigliere indipendente Alberto Borella, non nasconde il suo fastidio e in aula consiliare, durante la fase delle interpellanze, chiede all'amministrazione di trovare un luogo apposito dove affiggere i goliardici papiri che colorano il centro di Rovigo.

Borella: "Che fastidio quei papiri per la città"

Va bene l'università di Rovigo e ok il "dottore dottore...", ma per favore "trovate un luogo adatto per i papiri, che sono appesi ovunque in centro e anche sulle vetrine dismesse e non sono un bel vedere".

Il consigliere comunale eletto con Obiettivo Rovigo, ma ora indipendente Alberto Borella, non manca di fare sentire il suo fastidio in aula consiliare. E in zona "interrogazioni e interpellanze", durante il consiglio comunale di ieri 26 aprile, ha detto la sua: "I cartelli generano una forma di disordine visivo".

Così chiede all'amministrazione comunale di realizzare un'apposita teca, un luogo, dove si possano affiggere i papiri. E addio spontaneità, addio goliardia. "Talvolta - continua - producono seppur un leggero danno agli edifici dove con nastri e colle vengono collocati". 

Borella racconta poi in aula di essere stato lui stesso un ripulitore di muri e colonne: "Il problema della rimozione che fino ad oggi non viene considerata e che personalmente ho effettuato più volte in via Cavour facendo da un lato un servizio utile, dall’altro eliminando con dispiacere dei manifesti di giovani studenti abbandonati da lungo tempo e ormai fatiscenti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl