you reporter

Adria

“Adria in fiore” non tradisce mai

Boom di presenze per la 12esima edizione

“Adria in fiore” non tradisce mai

Migliaia di persone, famiglie e persone di tutte le età hanno invaso in centro storico cittadino, per la 12^ edizione di “Adria in fiore”, decretando un successo che è andato oltre le aspettative degli organizzatori. A favorire la partecipazione ha contribuito anche il ‘Trenino dei fiori’ messo a disposizione del centro commerciale il Porto, che ha collegato piazzale Rovigno con il centro.

La manifestazione si è chiusa con l’estrazione dei numeri della lotteria, il cui ricavato sarà destinato a sostenere le spese della kermesse, alle quali la Pro loco deve far fronte. Ecco i numeri vincenti: 1^ premio buono vacanza di 800 euro allo 0099, 2^ premio buono acquisto 400 al 1.540, 3^ premio buono acquisto 250 euro al 3.711, 4^ premio buono acquisto 150 euro al 1.532; i premi vanno ritirati entro 30 giorni dall’estrazione avvenuta domenica 29 nella sede dell’associazione in Piazza Bocchi o chiamare allo 042621675.

“Fin dalle prime ore di domenica – commenta soddisfatta la presidente Letizia Guerra- è stato un continuo fluire di visitatori, moltissimi arrivati da fuori, anche in pullman organizzati. Ben 65 le bancarelle dedicate al florovivaismo e ad altri prodotti poste nelle piazze Garibaldi, Grotto, Bocchi e Cavour passando per riviera Matteotti”. Quest’ultima, purtroppo, disturbata dal cantiere edile impegnato nel rifacimento del marciapiedi che non è stato rimosso come promesso, ma ha consentito solo uno stretto passaggio dei visitatori. Presenti numerose bancarelle di prodotti agricoli e ortofrutticoli tipici, immancabile la presenza di Nando dei Ciuci con i suoi prodotti dolciari fatti a mano e con ingredienti rigorosamente italiani.

A questo punto la presidente ha ringraziato tutti coloro, enti, associazioni, gruppi e singoli volontari che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione e lancia un accorato appello. “

Come dimostra ‘Adria in fiore’ – ha poi sottolineato Guerra - i risultati positivi si ottengono solo con un ottimo lavoro di squadra. Viste le numerose restrizioni e incombenze affidate agli organizzatori di manifestazioni, dettate dalle nuove direttive in materia di sicurezza, che si tramutano in costi aggiuntivi a carico delle associazioni, anche la nostra città dovrà sempre più ragionare nell’ottica della collaborazione e dell’unione delle forze. In caso contrario, purtroppo, si rischierà di perdere molti degli eventi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl